Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 864
RAGUSA - 22/07/2013
Politica - Stamane incontro con il sindaco di Vittoria per parlare di agricoltura e finanziamenti europei

Crocetta annuncia rivoluzione nel trasporto aereo siciliano. Manifestanti per il lavoro a Ragusa

Il presidente della Regione vuole superare il monopolio Alitalia e pensa ad una compagnia low cost da affidare all’Ast Foto Corrierediragusa.it

Un centinaio di manifestanti (nella foto) ha atteso l´arrivo del presidente della Regione, Rosario Crocetta, al suo arrivo a palazzo dell´Aquila. Sono giovani e precari delle cooperative, indigenti, sussidiati, lavoratori delle Ferrovie e del comitato No Muos che hanno scelto l´ingresso del presidente della Regione per manifestare il loro disagio e la loro rabbia. Tra i messaggi più in evidenza sugli striscioni "Vogliamo una ferrovia moderna", "Non siamo macelleria sociale", "Per i giovani non c´è buon lavoro senza formazione professionale".

La giornata di Rosario Crocetta è cominciata in mattinata a Vittoria dove Crocetta non ha toccato solo i temi dello sviluppo della provincia e dell´agricoltura in particolare. Il presidente, sollecitato sull´argomento, ha annunciato per esempio una piccola "rivoluzione" per superare la penalizzazione che l´Alitalia opera nei confronti della Sicilia imponendo alte tariffe: "La Sicilia è stata penalizzata nei voli da un’azione insurrezionale di Alitalia che ha prima assorbito Wind Jet e poi cambiato le tratte». Il presidente della Regione ha poi annunciato la prossima concessione dell’autorizzazione per i voli low cost nientemeno che all’Ast, l’Azienda siciliana trasporti che avrà il non facile compito di far decollare la Sicilia, non solo in senso figurato, collegandola con il resto del mondo. Crocetta ha aggiunto che proprio l’Ast è stata danneggiata a sua volta da una organizzazione del sistema trasporti regionale a dir poco censurabile, con una corsia preferenziale riservata solo alle aziende private.

Per l’agricoltura Crocetta ha promesso lo sblocco dei finanziamenti europei e l’erogazione di quelli regionali alle aziende agricoli in forte crisi , con Vittoria che, rientrando tra le città franco urbane, potrà attivare l’iter per l’esenzione delle tasse alle imprese operanti sul territorio per cinque anni, con agevolazioni fiscali e sgravio dei contributi previdenziali per un altro quinquennio. Il presidente della Regione non ha poi risparmiato un affondo al Pd, con cui è da qualche tempo in rotta di collisione sul progetto di rinnovamento politico, soprattutto dopo la bufera che ha investito il settore della Formazione con il coinvolgimento di alcuni esponenti del partito.