Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1037
RAGUSA - 06/06/2013
Politica - Si vota in 142 comuni siciliani per l’elezione di sindaci e consigli comunali

Tutto pronto per voto di domenica e lunedì

In provincia di Ragusa saranno chiamati alle urne 141.794 elettori Foto Corrierediragusa.it

Tutto pronto per il voto di domenica e lunedì. Si vota in 142 comuni siciliani per l’elezione di sindaci e consigli comunali. Il ballottaggio è previsto tra due settimane, il 23 e 24. Novità di questa tornata elettorale siciliana è l’introduzione della doppia preferenza di genere introdotta con una legge approvata dall’Ars. L’elettore potrà esprimere due preferenze, sempre per candidati della stessa lista, attribuendo un voto ad un uomo ed uno ad una donna. Due i temi politici sul tappeto. L’esito del voto innanzitutto nei quattro capoluoghi ed in particolare nelle due città metropolitane, Catania e Messina, oltre a Siracusa e Ragusa. In tutti e quattro i centri è stata un’esplosione di liste e candidati, tendenza che fa a pungi, almeno sulla carta, con quel sentimento di antipolitica che ha dominato le regionali di autunno e le politiche di febbraio.

A Catania sono sei i sindaci in lizza e 500 candidati al consiglio; si ripropone l’uscente Raffaele Stancanelli e ci riprova l’ex sindaco Enzo Bianco. Anche a Messina sei aspiranti sindaco mentre a Siracusa sono ben otto. A Ragusa sei candidati alla poltrona che è stata di nello Dipasquale. In provincia altri test significativi anche a Modica e Comiso; si voterà anche ad Acate ma con il sistema maggioritario. In provincia di Ragusa saranno chiamati alle urne 141.794 elettori. Sono state istituite 158 sezioni. Temaa politico tutto siciliano è la tenuta del M5S che ha sbancato sia alle regionali sia alle politiche diventando, soprattutto a Ragusa, il primo partito in termini di consensi. Riusciranno i grillini a confermarsi o l’effetto è già stato ridimensionato? Molto dell’esito dell’elezioni dipende proprio da questo perché se il M5S tiene saranno dolori per i candidati dei partiti tradizionali; se, invece come già successo in Italia, ci dovesse essere una flessione i voti grillini in uscita si indirizzeranno certamente verso le tante liste civiche che affollano il panorama.