Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 551
RAGUSA - 10/04/2008
Politica - Ragusa - Ultime ore per i comizi conclusivi

Campagna elettorale: stanotte si chiude

Come Cenerentola, i politici si ritireranno a mezzanotte Foto Corrierediragusa.it

Scade alla mezzanotte di venerdì 11 aprile, il tempo consentito per la campagna elettorale delle regionali e delle politiche. Come nella fiaba di Cenerentola, tutti i politici si ritireranno a mezzanotte, nella speranza che non lascino in giro qualche « scarpetta di cristallo».

Al di la delle plateali polemiche nazionali, tra Veltroni ed il cavaliere, tra Casini solo contro tutti, e Bossi contro Roma, a livello locale, la temperatura è stata tiepida e non surriscaldata o avvelenata. Bisogna riconoscere che i nostri politici locali, hanno lavorato nel rispetto reciproco, e tranne qualche nota colorata per quanto riguarda le affissioni selvagge, non ci sono stati grandi esploit .

Adesso, domina sovrana la curiosità di vedere quanti sono o saranno gli indecisi che, finalmente hanno preso la loro bella decisione politica. Si sapeva sin dall’inizio che la partita si sarebbe giocata proprio con il popolo degli indecisi. E solo così qualcuno vincerà. L’Italia come la Sicilia, ha già messo in evidenza una netta linea di demarcazione quasi uguale e longitudinale, tra centro destra e centro sinistra. Forse l’unico pregio di questa legge elettorale, è proprio quello di avere marcato la natura politica della nazione: né tutta a destra, né tutta a sinistra. Chi vincerà, vincerà per poche migliaia di voti, ed anche questo si sapeva, e per una differenza di poche rappresentanze al Senato. La vera sfida sarà infatti al Senato .

Qualcuno teme anche per l’accavallamento delle due votazioni, per la regione e per le politiche, si pensa che gli aventi diritto, soprattutto gli anziani, o i neo maggiorenni, possano confondersi tra le differenti opzioni.

Secondo altri invece, i giochi sono fatti: la gente ha già le idee chiare! Meglio così. Almeno, qualunque sarà il governo della nazione, potrà esercitare a pieno il suo mandato, avendone i numeri, la stabilità e, si spera, i programmi da realizzare.