Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 717
RAGUSA - 26/04/2013
Politica - Lunedì si riunisce il coordinamento cittadino per decidere sulle alleanze

Pd con Cosentini. Calabrese Vs Battaglia

Scrive il segretario cittadino: «La smetta Gianni Battaglia di produrre sterili critiche e dimostri appieno il proprio valore. Se non apprezza il Pd, metta in piedi una lista forte e corra" Foto Corrierediragusa.it

Il Pd va verso l’abbraccio con Giovanni Cosentini. Lo scrive in una lettera aperta il segretario Peppe Calabrese (nella foto) che «ritiene condivisibile la proposta di superare vecchie contrapposizioni che impedirebbero ogni forma di progetto per il bene della città, come, tra l’altro, auspicato dai vertici regionali anche del Pd. A Catania, Siracusa e Messina si sta procedendo in questa direzione e a Ragusa occorre provarci con la massima responsabilità.

Per far sì che ciò accada, serve lavorare su programmi e organigrammi condivisi, affinché il Pd possa apportare il proprio contributo di idee per migliorare Ragusa e fornire una speranza di rilancio economico e sociale in un momento oggettivamente difficile. Le innumerevoli proposte avanzate in passato dal Pd non siamo riusciti a farle passare in quanto il nostro partito era minoranza e soprattutto per una serie di arroccamenti su posizioni politiche divergenti che oggi dovremmo tentare di azzerare considerato che il progetto crocettiano ci unisce e ci entusiasma». Calabrese si riserva solo un passaggio nel coordinamento cittadino ma chiede anche a Cosentini e compagni di confrontarsi su quello che sarà il programma.

Il segretario non è solo impegnato su questo fronte ma anche su quello interno nella sua continua diatriba con Gianni Battaglia, cui il segretario ha scritto una lettera aperta il cui tono si capisce già dall’inizio: «La smetta Gianni Battaglia di produrre sterili critiche e dimostri appieno il proprio valore. Se non apprezza il Pd, metta in piedi una lista forte e corra». Ed ancora prosegue su questo tono «E’ il momento di finirla», Siamo stanchi di subire insulti politici», «E’ finito il tempo delle imposizioni», «Si smetta di dire falsità». Un attacco a tutto spiano e senza mezzi termini con quello che rappresenta oggi in città il secondo circolo Pd, che ha già detto di essere contro la linea Calabrese e l’accordo con Cosentini.


PD allo sbando
27/04/2013 | 6.59.36
Emanuele

Il PD ragusano è totalmente allo sbando, ma come si fa dopo anni di polemiche e contrapposizioni appoggiare il nemico di sempre pur di ottenere una poltrona. Avrebbero dovuto perdere da signori invece di salire sul carro dei vincitori, a questo punto Cosentini sta eliminando i nemici con l´armistizio.
È noi cittadini vediamo la possibilità di scegliere il sindaco azzerata dalle alleanze, o lui o lui....ah la politica!!!