Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 494
RAGUSA - 20/04/2013
Politica - Le ultime novità in vista delle elezioni

Pdl indica Mallia, dal Pd nessun nome

La scelta è venuta dopo giorni di confronto e dibattito all’interno del Pdl ma è praticamente ufficiale Foto Corrierediragusa.it

Il Pdl ha scelto Salvo Mallia (foto) per Palazzo dell’Aquila. La scelta è venuta dopo giorni di confronto e dibattito all’interno del partito ma è praticamente ufficiale. Nino Minardo ha dato il suo benestare e Mallia è già al lavoro. Resta solo da sciogliere il problema con l’altro candidato di area pdiellina, Ciccio Barone, che ha messo su ben quattro liste a suo supporto e dovrà decidere alla luce della candidatura Mallia da che parte andare.

Le pressioni da parte del Pdl sono forti per trovare un accordo con Barone e per farlo rientrare nel partito da cui si era allontanato. Nel capoluogo dunque il quadro si delinea sempre di più almeno per quanto riguarda l’area di centro destra.

Manca invece il candidato di centro sinistra, perché il Pd sta ancora cercando di fare sintesi con Sel, con Partecipiamo e gli altri movimenti. Sel dal canto ha confermato il suo sì a Giovanni Iacono quale candidato sindaco ed ha mandato un messaggio chiaro al Pd perché metta «al bando le gelosie di bandiera».

In favore dell’unità arriva l’appello di Giovanni Iacono, candidato a sindaco del Polo Civico riformista e di Cittadinanza, in merito al confronto in atto nel Pd e con il Pd ha dichiarato: "Condivido –scrive Iacono- l´appello di Sel al Pd in questo momento difficile e per certi versi drammatico per il Partito Democratico. Ho rispetto per il loro travaglio interno e per i tanti elettori che, mossi da ideali comuni, hanno a cuore il bene comune e sostengono il Pd. Le convergenze programmatiche che abbiamo debbono indurre, responsabilmente, il Pd ad imboccare, senza esitazioni, la via coerente ed unitaria con le altre forze di centrosinistra con un Sindaco unitario ed un progetto alternativo rispetto a chi ha governato fino ad oggi Ragusa. Il tempo e´ gia´ trascorso si lascino i diktat palermitani o da ´salottino privato´, tesi a favorire interessi particolaristici e si imbocchi la via della coerenza».