Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 903
RAGUSA - 06/04/2008
Politica - Palermo - Si avvicna l’appuntamento alle urne di domenica e lunedì

Regionali:comincia la settimana
decisiva. I numeri della sfida

Per eleggere il nuovo presidente e rinnovare il parlamento Foto Corrierediragusa.it

Cinque candidati alla presidenza della Regione, oltre mille, divisi in 12 liste, per i 90 posti da deputato all´Assemblea regionale siciliana e piu´ di 4 milioni e mezzo di votanti.

Questi i numeri delle elezioni regionali siciliane che si terranno domenica 13 e lunedi´ 14 per eleggere il nuovo presidente e rinnovare il parlamento regionale.
In corsa per la poltrona di governatore: Raffele Lombardo, sostenuto da cinque liste del centrodestra (Mpa - Pdl - Udc e due liste civiche: Sicilia Forte e Libera, e Democratici e Autonomisti), Anna Finocchiaro, supportata da 4 liste di
centrosinistra (Pd - Idv - Sinistra Arcobaleno e Anna Finocchiaro Presidente), Sonia Alfano in rappresentanza della lista ´Gli amici di Beppe Grillo´, quindi Giuseppe Bonanno Conti per Forza Nuova, e Ruggero Razza che corre per La Destra.

Questi ultimi tre candidati hanno sostegno una lista l´uno. Le elezioni siciliane, cosi´ come le nazionali, si stanno svolgendo anticipatamente rispetto alla scadenza naturale che doveva essere nel 2011. In Sicilia, difatti, la causa della fine della legislatura sono state le dimissioni del governatore Salvatore Cuffaro, dopo che nel gennaio scorso e´ stato condannato dal Tribunale di Palermo, in primo grado, a 5 anni.

Salvatore Cuffaro, appoggiato della Casa delle Liberta´, era al secondo mandato. L´ex presidente, difatti, e´ stato rieletto il 29 maggio 2006 con 1.374.706 voti, pari al 53,09%, battendo Rita Borsellino, sostenuta dall´Unione, che
aveva ottenuto 1.078.179 voti, corrispondenti al 41,64%, e Nello Musumeci, sostenuto da Alleanza Siciliana, che aveva ricevuto 136.545 consensi, pari al 5,27%.

Nelle elezioni del 2006 il centrodestra ottenne 55 deputati sui 90 previsti nel parlamento siciliano, e il centrosinistra i rimanenti 35. I 55 deputati del centrodestra si divisero tra Forza Italia (17 deputati), Udc (11), An e Mpa (10 ciascuno) e la lista ´Aquilone´ (6), oltre a Cuffaro eletto di diritto come governatore. Nel centrodestra non riuscirono a superare lo sbarramento del 5% la Fiamma Tricolore e la Dca per le Autonomie.

I 35 deputati del centrosinistra si divisero in 15 per Ds e 15 per la Margherita, 4 andarono alla lista Uniti per la Sicilia ed infine Rita Borsellino, eletta di diritto all´ARS come miglior perdente. La lista della Borsellino non riusci´ pero´ a superare lo sbarramento del 5%, si fermo´ al 4,8%, e quindi non venne eletto alcun deputato a palazzo dei Normanni. Cosi´ come anche per la lista di Alleanza Siciliana.

(Nella foto in alto da sx Salvatore Cuffaro e Raffaele Lombardo)