Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 929
RAGUSA - 28/03/2013
Politica - Nel segno della discontinuità politica rispetto al passato

Anche Sel sostiene Iacono per la candidatura a sindaco

Sarebbero 5 oggi i candidati a sindaco: il vincitore delle primarie fra Pd, Udc, Territorio e Megafono; Iacono (Liste civiche), Mallia oppure Occhipinti per il Pdl, Ciccio Barone, Idea per Ragusa e Federico Piccitto per M5S
Foto CorrierediRagusa.it

Al fianco di Giovanni Iacono sindaco di Ragusa c’è anche Sel. Ha ottenuto il pass alla candidatura senza bisogno di primarie. Mentre le altre coalizioni si fanno le imboscate per impedire che Tizio si candidi al posto di Caio, l’Associazione Partecipiamo ha lanciato il suo candidato per Palazzo dell’Aquila (foto) senza tentennamento alcuno: Iacono. E ora anche la segreteria ragusana di Sel, rinvigorita dai successi politici che vengono da Roma grazie a Laura Boldrini che è diventata presidente della Camera, scioglie tutte le riserve e lancia Iacono.

Un pass con tanto di motivazione destinata a «tutti gli uomini e donne di buona volontà che formino un laboratorio civico che vuole essere in totale discontinuità con il passato, non un recinto, non un partito ma un movimento plurale, aperto a tutti coloro – singoli cittadini, gruppi sociali, movimenti, soggettività politiche, associazioni indipendenti...capace di originare un grande e intransigente PATTO di CITTADINANZA».

E’ perché Iacono e non un altro? «Perché in questi anni ha lottato, con coraggio e determinazione, per il cambiamento rappresentando sempre l’opposizione alle consorterie politico-economiche che hanno mortificato ed umiliato il bene comune. Ragusa può cambiare!»

A due mesi dalle elezioni, fissate per i primi di giugno, i candidati a sindaco nella città capoluogo dovrebbero essere 5. Uno dell’area Pd, Udc, Megafono e Territorio, che vincerà le primarie fra Giuseppe Calabrese, Sonia Migliore, Giovanni Cosentini; uno di Partecipiamo, Idv, Sel, Giovanni Iacono; uno del Pdl, che potrebbe essere Salvo Mallia, sostenuto da Giovanni Mauro, Grande Sud; uno delle due liste di civiche che fanno capo al candidato Ciccio Barone; e uno per il Movimento 5 Stelle che dovrebbe essere Federico Piccitto. Però, da qui a giugno molte cose possono cambiare. Chi avrebbe scommesso che Giovanni Cosentini, i cui manifesti giganti campeggiano dentro Ragusa da più di un mese, dovrà passare dalle forche caudine delle primarie per essere il successore di Nello Dipasquale?