Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 209
RAGUSA - 25/02/2013
Politica - Chiusi i seggi, già iniziato lo spoglio con le schede del Senato

Nei comuni iblei calo del 7% dei votanti

Il dato non è ancora definitivo ma si attesta su un totale del 70% degli elettori rispetto al 76% del 2008

I presidenti hanno dichiarato chiuse le operazioni di voto alle 15 in punto ed hanno già avviato l´inizio dello spoglio. In provincia di Ragusa l´affluenza alle urne ha fatto registrare quasi il 7% in meno anche se il dato non è ancora definitivo. C´è stato dunque un recupero rispetto alla giornata di domenica ma il calo temuto c´è stato.

Anche la seconda giornata del voto è stata favorita dal bel tempo ma l´affluenza ai seggi è stata minima anche a causa della giornata lavorativa.

Chiuse le urne alle 15 i presidenti cominceranno a scrutinare le schede del Senato per poi passare a quelle della Camera. sarà un lungo pomeriggio e si prevede che le operazioni si concluderanno a tarda sera. Le sezioni comunicheranno i risultati al comune di riferimento e questi all´Ufficio Elettorale della Prefettura; da qui i dati saranno trasmessi al Ministero dell´Interno che diramerà i dati ufficiali. I partiti tuttavia sono già organizzati a livello locale e monitoreranno l´esito della consultazione sul territorio.

Il voto nella giornata di domenica
Ragusa è prima per numero di elettori votanti in Sicilia ma indietreggia comunque rispetto alle politiche del 2008. La rilevazione delle 22 ha infatti fatto fermare la percentuale al 50,44; ben cinque punti in meno rispetto al 2008 quando al voto andò il 55, 28 dei votanti. Ragusa è seguita da Catania con il 48,07 ed Enna con il 46,29. Per quanto riguarda i singoli comuni iblei Modica è prima con il 55,72 e supera di una spanna il capoluogo che si piazza al 54,74, al terzo posto Ispica al terzo 52,54. Ultimo comune Pozzallo con il 42,49.

E’ comunque il confronto del dato complessivo tra i dodici comuni iblei con il 2008 che fa pensare perché ci sono quasi 9 punti in meno di percentuale. Se nelle scorse elezioni votò infatti il 54,35 per cento degli elettori quest’anno sono andati al voto quasi ventimila persone in meno. C’è comunque tempo per recuperare visto che le urne saranno aperte fino alle 15 di lunedì. La giornata feriale tuttavia non induce a grandi speranze ed è probabile che non potrà essere toccato quota 76,09 per cento che si registrò il 13 aprile del 2008. Tutto da stabilire a vantaggio di chi l’astensionismo giocherà; tradizionalmente sono i partiti di centro destra a soffrire di più ma solo il responso delle urne potrà chiarire se è stato un astensionismo trasversale o meno.

L’attesa dell’opinione pubblica, dei partiti si sposta ora allo spoglio che comincerà subito dopo la chiusura dei seggi, fissata alle 15. I presidenti daranno il via prima allo spoglio del Senato e poi della Camera. In Sicilia dovranno essere eletti 25 senatori e 52 deputati suddivisi nella circoscrizione occidentale (25) ed orientale (27). Due in meno rispetto al 2008 per via del calo demografico di questi ultimi cinque anni.

I DATI DELLE RILEVAZIONI DI IERI E IL CONFRONTO CON QUELLE DEL 2008
ACATE 46,16% 54,35%
CHIARAMONTE GULFI 51,12% 56,65%
COMISO 51,79% 58,59%
GIARRATANA 49,92% 60,39%
ISPICA 52,54% 56,99%
MODICA 55,72% 60,04%
MONTEROSSO ALMO 47,46% 51,65%
POZZALLO 42,49% 50,07%
RAGUSA 54,74% 55,52%
SANTA CROCE CAMERINA 47,30% 55,50%
SCICLI 48,21% 59,61%
VITTORIA 43,55% 47,86%