Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1591
RAGUSA - 09/01/2013
Politica - Affollata riunione del coordinamento Pd. I "renziani" con la segreteria

Peppe Calabrese resta in sella. "Uniti si vince"

Contestato l’intervento di Valentina Spata, Gianni Battaglia abbandona i lavori

Il coordinamento cittadino del Pd guarda avanti e Peppe Calabrese invoca l’unità. Il segretario resta al suo posto nonostante i mal di pancia di alcuni settori del Pd ed incassa invece il via libera dei «renziani» che fanno capo a Mario D’Asta. Ci sono stati nervosismi diffusi nella riunione del coordinamento che ha visto una presenza molto folta degli iscritti.

Valentina Spata che ha messo in discussione la segreteria Calabrese ha riversato le sue critiche sul segretario per non avere favorito un candidato ragusano ed avere invece dirottato i suoi voti su Venerina Padua. La Spata è stata interrotta parecchie volte nel corso del suo intervento ma la sua mozione tendente alle dimissioni del segretario è stata rigettata. Se ne è andato dalla sala anche Gianni Battaglia che aveva chiesto più del tempo consentito per il suo intervento. Contestato dall’assemblea, Battaglia ha preferito togliere l’incomodo e se ne è andato con qualche coda polemica.

Il segretario Calabrese ha cercato di fare sintesi: «Nonostante le diverse opinioni sono convinto – dice - che soltanto uniti si potranno raggiungere traguardi importanti. Ho rinnovato l’appello all’unità, ad abbassare i toni e a operare per il bene comune, accantonando i personalismi. Dobbiamo fare tesoro – ha detto Calabrese – delle due precedenti esperienze con riferimento alle Regionali e alle primarie sforzandoci a lavorare per una sintesi interna. Siamo l’unico partito che fa politica e lo si comprende dalla presenza costante sul territorio. E’ chiaro che se non si lavora unitariamente si perde. Ringrazio anche i renziani per la disponibilità che hanno fornito».

Il coordinamento ha dato pieno mandato, rinnovando la fiducia, al segretario e alla segreteria Calabrese affinché possa essere avviata la interlocuzione con i partiti e i movimenti per inquadrare il futuro scenario di alleanze che vedranno certamente il Pd al governo della città di Ragusa. A questo proposito Peppe Calabrese ha dato la sua disponibilità e non nasconde di certo le sue ambizioni.