Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 12 Novembre 2018 - Aggiornato alle 15:14
RAGUSA - 06/01/2013
Politica - L’esito delle primarie sarà il tema di un coordinamento cittadino che si tiene lunedì

Lacerazioni nel Pd, segreteria Calabrese sotto accusa

Angela Barone e Valentina Spata critici con la conduzione del partito ma il segretario guarda avanti

Sarà una riunione dai toni accessi. Il coordinamento del Pd cittadino si annuncia infuocato alla luce dei risultati delle primarie di appena una settimana fa. Il fallito obiettivo di far prevalere un rappresentante del capoluogo ha messo sotto accusa il segretario Peppe Calabrese, che dal suo canto rivendica il gesto «nobile» di avere ritirato la sua candidatura alla vigilia proprio per favorire l’unità. Sotto accusa Calabrese per avere votato insieme al suo gruppo Venerina Padua piuttosto che Angela Barone verso la quale il segretario ha avuto parole quasi stizzite tacciando l’ex consigliere provinciale di avere fatto corsa a sé ed avere raccolto i consensi fuori non raccordandosi con la segreteria. Valentina Spata, già coordinatrice dei Giovani Democratici ha attaccato il segretario su Facebook chiedendone le dimissioni ricevendo solo una scrollata di spalle da parte di Calabrese.

Ben più pesanti saranno certamente nei confronti del segretario le parole di Gianni Battaglia e Giorgio Massari che hanno corso insieme e si sono pestati i piedi non riuscendo a prevalere facendosi superare anche da Gigi Bellassai , appoggiato da Pippo Digiacomo. La scelta di candidare i due si è rivelata controproducente ed il segretario Calabrese dovrà rispondere anche di questo. Peppe Calabrese, che mira senza mezzi termini, alla candidatura a sindaco in primavera, non può permettersi di rompere ancora e nonostante il suo temperamento dovrà fare di necessità virtù mediando e ricucendo dentro il partito cercando di ricomporre il quadro. Sforzo che al momento appare difficile ma la riunione di domani dirà molto sullo scenario futuro per il Pd ragusano.