Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 636
RAGUSA - 05/10/2012
Politica - Sono cominciate le trasmigrazioni da un campo all’altro

Cambi di casacca e sconquassi in consiglio a Ragusa

In base alle scelte del leader di riferimento

I passaggi di casacca dei leader portano sconquassi ed aggiustamenti anche in consiglio comunale. Sono infatti cominciate le trasmigrazioni da un campo all’altro in base alle scelte del leader di riferimento. E’ solo l’inizio, c’è da scommetterci, e da qui alle amministrative ci saranno altri sommovimenti a palazzo dell’Aquila. Il gruppo Dipasquale si è rotto per l’incursione di Leontini, prima Pdl, ora transitato nel Pid ed ecco che Francesco Barone, già assessore al Turismo e spettacolo, è diventato commissario cittadino del partito su nomina diretta di Saverio Romano. E’ la fine di un amore con il Pdl e con il suo ex sindaco.

Ciccio Barone è stato seguito da Giorgio Mirabella (ex capogruppo Pdl) Giovanni Di Mauro (ex Lista Dipasquale Sindaco) Giampiero D´Aragona (ex Lista Ragusa Grande di nuovo, vice presidente del Consiglio Comunale) Maria Malfa (candidata alle regionali nella lista Cantiere Popolare), Rodolfo Montana (candidato alle scorse amministrative nella Lista Ragusa Grande di Nuovo) , Salvatore Ognissanti (candidato alle scorse amministrative nella Lista Ragusa Grande di Nuovo), Gianni Mezzasalma (ex consigliere di quartiere Ragusa Centro per il Pdl), Ruggero Giovì (ex consigliere di quartiere Marina di Ragusa per il Pdl) e Luca Rivillito. Se Innocenzo Leontini conta ed esibisce oggi i suoi «scalpi», dall’altra parte della barricata i fedelissimi dell’ex sindaco Di Pasquale parlano a chiare lettere di tradimento e di mancanza di coerenza. In attesa della prossima puntata.


Siamo alle solite
07/10/2012 | 19.44.10
Axel

Per quando riguarda Barone credo che abbia scelto di uscire dal Pdl per entrare nel Pdl visto l´alto numero di indagati che gli fanno compagnia. Il consigliere Piero si dovrebbe ricordare che è stato eletto solo ed esclusivamente perché si trovava nel posto giusto al momento giusto, dovrebbe un po´ di gratitudine verso chi gli ha dato una possibilità.


Coerenza non trasformismo
05/10/2012 | 20.27.03
Giovanni

Non condivido i commenti precedenti anche perché vi debbo dire che Barone è stato sempre uno coerente ed é stato sempre vicino al l´onorevole Leontinì , non tradendo mai , devo fargli i complimenti perché ha avuto il coraggio di lasciare un partito come il PDL che in provincia si attesta al 17percento passando ad un partito come Cantiere Popolare ancora tutto da ricostruire e non penso che sia stato fatto x opportunismo visto che é una scommessa bella e buona, auguro a Ciccio Barone di continuare sempre così e di non cambiare mai è di riminese sempre al servizio dei cittadini


LAVOISIER
05/10/2012 | 13.21.35
cavallopazzo

Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto SI TRASFORMA...
Per questo si chiamano TRASFORMISTI.


politici manciatari
05/10/2012 | 9.25.32
giorgio

vergogna, politici senza dignità e ideali. una volta stare in un partito era un giuramento di fedeltà, anche di rispetto verso i propri elettori. ora è uno schifo...fare politica è uno stipendificio, la gente soffre non sa come arrivare alla fine del mese; esempio gentaglia come Fiorito nel Lazio si fici i cazzi sò !!!!