Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 928
RAGUSA - 11/03/2008
Politica - Ragusa - Piero Gurrieri è con Digiacomo. La Padua ha rinunciato

Liste regionali: poche sorprese e tante donne?

I giochi sono ormai fatti Foto Corrierediragusa.it

Ora è ufficiale. Il Pd ha due liste. Nel Pd il capolista è l’uscente Roberto Ammatuna (nella foto)(Pozzallo), seguito da Giuseppe Digiacomo (Comiso), Piero Gurrieri (Vittoria), Stefania Pagliazzo (Giarratana), Nicoletta Scrivano (Chiaromante Gulfi) segnalata da Sebastiano Gurrieri. Nella lista di Anna Finocchiaro presidente, si contendono un seggio Tonino Solarino (Ragusa), Tommaso Fonte (Ispica), Giovanni Giordanella (Modica), Sonia Migliore (Ragusa). Pesa la rinuncia definitiva di Venerina Padua, che sarebbe stata una candidata molto autorevole per la grande esperienza politica.

Roberto Ammatuna, ex sindaco di Pozzallo e deputato uscente, appare soddisfatto: «Due belle liste che mirano alla conquista di due seggi. Nelle battaglie politiche non bisogna mai mettere limiti. Nessuno può escludere che con i resti regionali si possa prendere anche il seggio della lista Finocchiaro». Parole improntante all’ottimismo, utili a caricare gli altri candidati. Servono voti, perché se i candidati sono deboli rischiano tutti, anche i cosiddetti «big». Entusiasta anche Tuccio Di Stallo, vice coordinatore provinciale. «Siamo l’unico partito che ha costruito due liste forti e competitive. L’obiettivo è di raggiungere un seggio pieno e due con i resti>. A Palermo non s’è parlato di ordine delle liste. Il regolamento del Pd prevede che i capilista paghino 5 mila euro e gli altri 2 mila. Per le donne e i giovani, che non dispongono di alti redditi, la candidatura è gratis.

Finalmente tranquillo Piero Gurrieri, dopo il testa a testa con Giovanni Formica. Il candidato vittoriese è già pronto per la nuova campagna elettorale, incoraggiato da Anna Finocchiaro e da Beppe Lumia. Da subito metterà in moto il camper già rodato da 2 campagne elettorali, le comunali e le provinciali, e partirà con i comizi nelle piazze della provincia. Durante la riunione della maggioranza al comune di Vittoria, molti consiglieri e amministratori gi hanno tributato saluti e auguri d’incoraggiamento.

All’Italia dei Valori mancano un uomo e una donna per definire la lista per le regionali. I sicuri sono Giovanni Iacono, Daniele Mililli e Francesca Rubino.

Ore cruciali per Giovanni Mauro, in trattativa con Angelino Alfano per un eventuale recupero nel Pdl per la Regione. Potrebbe essere deputato e Leontini assessore di Lombardo, o viceversa. Se non si dovesse raggiungere l’accordo, Riccardo Minardo sarebbe pronto a fargli strada in caso di una sua elezione alla Camera. Comunque andrà a finire, la vicenda lascerà ferite profonde sia nel Pdl che nell’Mpa. Il partito di Lombardo potrebbe mettere in lista anche l´attuale presidente del Consigli comunale Luigi D´Amato.

Acque tranquille nell’Arcobaleno, con 3 candidati forti come Enzo Cilia, Giuseppe Calabrese e Armando Fiorilla.

Piero Gurrieri Giuseppe Digiacomo Tonino Solarino
Tommaso Fonte