Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 871
RAGUSA - 17/09/2012
Politica - Il segretario cittadino del Pd ibleo candidato ufficiale all’Ars

Calabrese e Dipasquale "nemici-amici" alle Regionali

Calabrese: "Io non ho bisogno di fornire spiegazioni ai miei elettori, al contrario di Dipasquale"

Il Partito Democratico di Ragusa, dopo una serie di incontri del coordinamento cittadino e le numerose riunioni ristrette dell’organismo, ribadisce con forza l´importanza e il valore di una candidatura della città capoluogo, sia per assicurare maggiore valore alla lista del Pd in termini assoluti sul piano della conquista dei voti, sia per concretizzare un maggiore sostegno alla candidatura di Rosario Crocetta a presidente dei siciliani.

Così il Pd intende fare chiarezza sulla candidatura del segretario cittadino Peppe Calabrese, che si ritroverà così a concorrere per un posto all´Ars assieme al suo "nemico" di sempre, l´ex sindaco di Ragusa Nello Dipasquale.

"Un candidato forte, autorevole e rappresentativo del Partito Democratico di Ragusa - si legge nella nota del Pd - anche a seguito degli avvenimenti politici verificatisi nella città capoluogo, potrà essere, ne siamo tutti sicuri, un decisivo valore aggiunto in vista della difficilissima competizione elettorale. Questa disponibilità e questo percorso supportato dall´intero Pd di Ragusa, in un progetto che si inserisce su più livelli e nel contesto di varie scadenze elettorali, mira a ridare forza e futuro ad un partito che, dopo tutti questi anni, mira a raggiungere un clima di ritrovata unità.

La chiusura compatta di tale percorso verso la figura del candidato alle elezioni regionali, nella persona del segretario Peppe Calabrese, conduce il partito, a livello cittadino, verso l´inizio di un progetto che vede coinvolti tutti nella gestione del Pd per la definizione di una precisa linea politica anche alla luce delle future competizioni elettorali nazionali e locali. Tutto ciò - prosegue la nota - per il raggiungimento di una dimensione completamente nuova ed entusiastica chiamata a coinvolgere nella sua interezza il gruppo dirigente cittadino.

Dal risultato della prossima competizione elettorale dipenderà, di certo, il futuro del Partito ragusano, ma siamo sicuri che il passo indietro compiuto da tutti i dirigenti per fare sintesi sull´unità determinerà nuovi equilibri e nuove prospettive nella gestione del Pd di Ragusa, con ampi spazi di valorizzazione dell´impegno diretto, nelle prossime competizioni elettorali - conclude la note - per tutti i dirigenti del partito".

E Calabrese come motiva questa paradossale situazione che lo vede correre al fianco di Dipasquale?
"Non sono io - afferma Calabrese - a dover rendere spiegazioni. Semmai è Dipasquale che deve giustificare ai suoi elettori questo suo cambio di rotta. Per quanto mi riguarda - conclude - sono stato e sono coerente con le mie scelte e con quelle del mio partito".


Questa è la vera antipolitica
18/09/2012 | 12.34.30
Giovanni

Ragazzi avete capito finalmente che questi signori fanno di tutto per vivere alla grande alle nostre spalle che lavoriamo? mi sono stufato! voto M5S.


Cane & Gatto
17/09/2012 | 21.09.46
Gianmarco Dicara

si, ma tutto ciò fa ridere lo stesso.