Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 559
RAGUSA - 14/09/2012
Politica - Il Pd ragusano ottiene garanzie dal candidato alla Presidenza della Regione

Crocetta va, ma per Dipasquale nessun "paracadute" Pd

L’appoggio di Nello Dipasquale all’ex sindaco di Gela è stato il tema dell’incontro
Foto CorrierediRagusa.it

Non si sbilancia Rosario Crocetta (da sx nella foto con Peppe Calabrese), davanti ai giornalisti che chiedono se Nello Dipasquale sarà nel listino di Crocetta presidente. In realtà è questo il motivo della visita del candidato, ieri a Ragusa, chiamato dal Partito democratico per il coordinamento provinciale sul «nome forte» che gli iblei devono presentare e sostenere alle regionali.

E Crocetta, bravissimo nell’aggirare l’ostacolo, risponde «non è il momento di parlare di questo». «Ne parleremo al momento opportuno, dopo il confronto coi partiti», e continua «l’importante è restare uniti, perché chi divide lavora per Musumeci» . Dopo l’incontro con la stampa, lontano da occhi e orecchie indiscreti, i democratici hanno lavato i loro panni con il candidato Crocetta. Proprio ieri il segretario provinciale Peppe Calabrese aveva voluto ribadire la volontà del pd ibleo di esprimere la candidatura forte di un proprio uomo. Quattro sono, secondo Calabrese, i papabili ad essere candidati con Crocetta.

Lo stesso Crocetta ha voluto poi sottolineare, ancora una volta, l’importanza di «saccheggiare» la destra di candidati e uomini delusi dal passato sistema di governo. Da lì nuovi elettori per il centro sinistra che cerca il cambiamento. Un accenno poi ai sondaggi. «Dopo lo shock iniziale per l’avvicinamento di Dipasquale al Pd», ha dichiarato l’europarlamentare che proprio in provincia di Ragusa ha avuto più voti per le europee, «i sondaggi mi hanno dato in netta ripresa». «Ora la sfida con Musumeci è alla pari, ma non dubito che a breve saremo in vantaggio». Questo dichiara ai giornalisti.

Poco prima Crocetta aveva incontrato i precari della scuola, in ansia per loro futuro, e in cerca di rassicurazioni sul futuro della scuola. Il tempo pieno, secondo Crocetta, potrebbe essere una buona soluzione sia al precariato che al potenziamento dell’offerta formativa. Una scuola più vicina al territorio e al mondo del lavoro, secondo lui è indispensabile per avere vero sviluppo e futuro per i giovani. Fondamentali, poi, l’impiego delle tecnologie e le risorse per la ricerca e la sperimentazione.

IL COMMENTO
di Duccio Gennaro
Peppe Calabrese e Rosario Crocetta a muso duro. Alla fine a prevalere è il candidato alla presidenza della Regione che vince ai punti e Calabrese deve accettare le buone ragioni dell’ex sindaco di Gela che così le ha sintetizzate: «Dipasquale era uno di destra che è passato con noi, non sono io che sono passato con il centro destra e a me questo passaggio nel nostro schieramento sembra un buon risultato».
L’importante è vincere, ha ribadito Crocetta con piglio deciso; insomma il fine giustifica i mezzi ed anche i modi. Per Peppe Calabrese e compagni bisogna fare di necessità virtù ma su un punto sono stati tutti d’accordo. Nello Dipasquale correrà con la sua lista, Territorio, a supporto di Crocetta, ma non sarà inserito né nel listino né tantomeno nella lista ufficiale del partito. Se ce la farà ad arrivare a Sala d´Erciole dovrà essere merito suo e della sua lista ma per lui nessun paracadute da parte del Pd.

Ognuno dunque per la sua strada ma con l’obiettivo finale di arrivare al traguardo. Ma è chiaro che se Crocetta dovesse farcela l’apporto di Dipasquale sarà premiato con un assessorato per la scelta di campo fatta dall’ex sindaco di Ragusa.


penoso
14/09/2012 | 22.14.26
ugo

io sarei curioso solo di sapere da dove arrivano i soldi per quest altra campagna elettorale,visto che gia ha speso un casino un anno fa,dice che si e ridotto lo stipendio da sindaco.booooo
misteri della fede...
aprite gli occhi ragusani lui sicuramente non è il nuovo che avanza..


oltre la coerenza
14/09/2012 | 11.36.02
Gianmarco

che vergona! paralere di cambiamento lasciando a casa la coerenza! vincere per vincere equivale a conquistare il potere senza cambiarlo! come dovrebbe fare a governare il pd a decidere quando il suo governo sarà fatto da assessori come Russo (mpa) dipasquale (territorio) e grande sud col quale crocetta ha già stretto accordi? alla faccia della governabilità, della coerenza e del cambiamento!


politica moderna
14/09/2012 | 8.21.03
michele

Questa si che è politica moderna fuori dagli echemi e dalle ideologie e sicuramente a sfavore dei cittadini e di chi lo ha sotenuto e sostiene.
Questa, ormai non è politica è solo "calcolo e convenienza".
Per il premio concordo con chi mi ha preceduto, in considerazione al danno che sta facendo a Ragusa, calippo!!!!


il premio
13/09/2012 | 23.53.32
giorgio

L´apporto di Dipasquale sarà premiato con ...33 denari, ´na biera e un calippo!