Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1239
RAGUSA - 22/04/2012
Politica - Dopo le polemiche seguite ai tagli della Finanziaria regionale per la provincia

Amministrazione Dipasquale "vigilata speciale". Parola di Leontini

Il sindaco: "Preferisco non commentare" ma il parlamentare insiste: "Il sindaco è in cerca di sistemazione politica"
Foto CorrierediRagusa.it

Innocenzo Leontini a tutto campo e con Nello Dipasquale ormai è rottura. La bufera causata dai tagli della Finanziaria Regionale con ricadute pesanti per la provincia ha innescato polemiche a non finire. Ha cominciato Mommo Carpentieri che ha definito «vergognoso» il mancato finanziamento della Scuola dello sport, ha continuato il sindaco di Ragusa che ha chiamato in causa tutta la deputazione della provincia con in testa l’ex suo riferimento Innocenzo Leontini.

«Il sindaco è in cerca di sistemazione» dice il capogruppo Pdl all’Ars. «Meglio non commentare – replica Dipasquale, come a dire che per lui Leontini è ormai un fatto del passato. Il sindaco può comunque stare tranquillo, almeno fino a quando, rispetterà il patto politico- programmatico a palazzo dell’Aquila. Dice Leontini: «Se i programmi saranno coerenti con quanto promesso agli elettori, non c´è motivo di riconsiderare gli accordi. Certo, siamo in presenza di una deriva politica, non so da chi ispirata. Le offensive parziali e finalizzate a piccole rappresaglie del sindaco del capoluogo, ad oggi, non hanno avuto prevalenza sull´attività amministrativa. Se dovessero domani prevalere, è chiaro che il Pdl riconsidererà il proprio ruolo al Comune».

Nello Dipasquale è dunque «vigilato speciale» almeno da Innocenzo Leontini e non c’è dubbio che il chiarimento sarà rinviato al dopo amministrative. Leontini intanto ci tiene a difendere il suo operato a cominciare dalla difesa della legge su Ibla. «Ho salvato io il finanziamento, lo si sappia. Ibla, totalmente assente nell´originaria stesura di bilancio del governo, avrà ancora quattro milioni solo grazie all´ostinata battaglia del sottoscritto, così come il Corfilac continuerà ad ottenere provvidenze complessive per due milioni e 900 mila euro». Leontini è soddisfatto anche per le misure pro Forconi anche se proprio i leader del movimento le hanno bocciate. E non vuole stare nel gran calderone Orazio Ragusa, parlamentare Udc, che vuole differenziarsi dai suoi colleghi.

Il segretario provinciale Udc Giuseppe Lavima prende le difese di Orazio Ragusa: «L´attuale governo si regge con il sostegno di Mpa, Fli e Pd ed è ai deputati di questi partiti che la provincia deve chiedere conto e ragione. L´Udc è all´opposizione ed Orazio Ragusa ha votato contro la finanziaria, così come aveva fatto contro il commissariamento della Provincia. Generalizzare il giudizio su tutti i deputati, vuol dire fornire un quadro non rispondente alla realtà rispetto alle posizioni chiare dell´Udc».

(Nella foto: da sin. Dipasquale, Ragusa, Leontini)