Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 974
RAGUSA - 12/04/2012
Politica - Domenica Fabio Granata a Vittoria per ricucire lo strappo nel partito

Esodo in Fli. Nello Dieli: "Solo per problemi personali"

Per Gianni Campo e Gianni Celestre invece nel partito c’è inerzia "nonostante le ripetute sollecitazioni a porre attenzione sulle numerose problematiche evidenziate dai membri iblei di Fli"
Foto CorrierediRagusa.it

Enzo Pelligra fa proseliti ed in Fli è cominciato un vero e proprio esodo. Il coordinatore cittadino di Vittoria Nello Dieli non è d’accordo e ribatte. «Solo per problemi personali e sono solo poche decine». Il partito che fa riferimento a Gianfranco Fini in campo nazionale ha visto che tutto il gruppo dirigenziale nei vari comuni della provincia è in fuga. Ha cominciato presentando le sue dimissioni il coordinatore provinciale, seguito da tutti i dirigenti e la base del circolo di Monterosso Almo, coordinato da Paolo Canzonieri; la quasi totalità degli iscritti e dei dirigenti del circolo di Ragusa e la coordinatrice del gruppo giovanile, Barbara Antoci, si sono dimessi a ruota.

Fuori da Fli anche l´ex assessore provinciale Giuseppe Cilia ed il vice coordinatore cittadino, nonché commissario straordinario ad Ispica, Gianni Campo. Dimissioni in massa anche a Modica dove i dirigenti del circolo territoriale di Modica Alta e di Frigintini, coordinati da Massimo Garofalo e Giovanni Cavallo hanno salutato Fli. Dimesso anche Gianni Celestre, componente il coordinamento regionale. Autosospeso il coordinatore comunale Giorgio Zocco.

«L´inerzia dei vertici del partito – hanno spiegato Gianni Campo e Gianni Celestre – nonostante le ripetute sollecitazioni a porre attenzione sulle numerose problematiche evidenziate dai membri iblei di Fli, costituisce un fatto grave che ha dimostrato il disinteresse di Fli verso questo territorio».

A tentare la ricucitura è il vice coordinatore nazionale Fabio Granata, uno dei fedelissimi di Gianfranco Fini: «Fli – spiega – non è a Ragusa, né a Roma un partito "personale", ma rappresenta un progetto politico arioso ed innovativo. Nella provincia iblea vogliamo rilanciare iniziative culturali, sociali e di politica economica coerenti con la vocazione dello straordinario territorio ibleo. Per questo, nell´auspicare un ripensamento dell´amico Enzo Pelligra, che ha ritenuto in maniera sorprendente di dimettersi solo per un diverbio con il coordinatore regionale, nessuno si illuda di poter trascinare i nostri militanti ed i nostri giovani fuori da Fli. Domenica riuniremo tutti i dirigenti a Vittoria e annunceremo la nuova dirigenza di Fli»

A confortare il parlamentare siracusano la base di Fli che annuncia una nuova dirigenza e smentisce la fuga. Dice il coordinatore cittadino di Vittoria, Nello Dieli «Su 500 iscritti al partito ne usciranno solo alcune decine, ma non comprenderanno certamente persone ritenute da noi importanti quali l’ex assessore allo Sport ed al Tempo Libero, Giuseppe Cilia né l’attuale coordinatore cittadino, Giorgio Zocco, che correttamente si dimetterà dalla funzione di coordinatore cittadino per potere essere nominato commissario cittadino nonché vice commissario provinciale.

La squadra scelta dal commissario provinciale in pectore sarà composta da quattro vice-commissari: Salvo Roccaro in qualità di vicario con delega su Ragusa, Giorgio Zocco con delega su Modica, Ispica, Pozzallo e Scicli, Nello Dieli con delega su Vittoria, Scoglitti, Comiso ed Acate, Gaetano Iacono con delega su Chiaramonte Gulfi e Monterosso.

Leggiamo sui quotidiani che i dimissionari lamentano un disinteresse dei vertici di FLI per il territorio ibleo, che non corrisponde alla realtà: premesso che è compito dei dirigenti provinciali risolvere le problematiche del territorio stesso, per quanto riguarda, invece, il coordinamento cittadino di Vittoria, ha trovato interesse e assoluta vicinanza dei vertici regionali e nazionali tanto che saranno tutti presenti a Vittoria il 15 aprile per aprire la stagione con una prima conferenza sull’agricoltura, che sarà seguita da una serie di iniziative in tutto il territorio per affrontare problematiche giovanili, sulla formazione politica, sulla costruzione di una nuova classe dirigente improntata a principi di etica e trasparenza, etc. Quindi, nessun disinteresse da parte dei vertici del Partito anzi, un interesse particolare alle problematiche del nostro territorio da tempo afflitto dalla crisi del comparto agricolo. Una presenza qualificata che ci permetterà di interagire con alcuni dei rappresentanti della filiera agro-alimentare per individuare soluzioni normative idonee ad affrontare con più efficacia e serenità la crisi finanziaria e del comparto agricolo. In questa fase delicatissima per tutta la politica, FLI con grande impegno e coerenza sta continuando a sostenere, in tutte le sedi istituzionali, la riforma del sistema elettorale, la riduzione dei costi della politica e del finanziamento pubblico dei partiti e, dulcis in fundo l’abolizione delle province.

Se non si dà prova di sé, naturalmente, e non si sanno recepire le direttive nazionali e regionali del partito è logico che anche i vertici possano dimostrare disinteresse. Le motivazioni, soprattutto personali, dei dimissionari rispondono a problematiche che non fanno parte delle linee programmatiche del partito e che non possono e non potranno mai essere soddisfatte da un partito, come il nostro, che sta cercando di modificare il «sistema dei partiti» e dei loro privilegi, affermando principi essenziali quali la trasparenza, la legalità, il merito, la competenza e non ha incarichi o proroghe da offrire".

(nella foto: da sin. Enzo Pelligra, Franco Iemolo e Nello Dieli)


GATTI
12/04/2012 | 22.20.29
giovannino

Esodo? Erano quattro gatti, ora sono due.