Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 970
RAGUSA - 16/02/2008
Politica - Modica - Nel corso dell’assemblea cittadina dell’Udc al Palazasi

Piero Torchi si è detto pronto
a candidarsi alle Regionali

"Se così sarà mi presento per vincere, non per partecipare" Foto Corrierediragusa.it

Chiaro e secco il messaggio di Piero Torchi (nella foto con Pierferdinando Casini) all’assemblea cittadina dell’Udc « Sono disponibile a candidarmi. Se così sarà mi candido per vincere non per partecipare e chiederò al partito in città di essere compatto sul mio nome e di non ripetere gli errori di due anni fa.»

Nella sala dell’Azasi, affollata da iscritti e simpatizzanti, l’Udc cittadino ha ascoltato con attenzione le parole del sindaco; lo ha fatto anche Peppe Drago al tavolo della presidenza insieme al segretario Franco Veneziano. Drago non ha fatto una piega al discorso di Torchi e si è limitato a dire che la candidatura Torchi è una possibilità, una opzione che sarà attentamente valutata. Torchi da parte sua non ha chiesto solo compattezza per ridare alla città quel deputato regionale che manca da dieci anni ma ha innanzitutto chiesto il consenso unanime dei dieci consiglieri comunali Udc.

Questi nei prossimi giorni dovranno pronunciarsi e la loro parola peserà al momento della decisione finale visto che una candidatura Torchi vuol dire in automatico decadenza del consiglio comunale e riapertura della campagna elettorale. Ed in questa prospettiva Drago ha chiesto al partito di essere pronto perché se ci dovessero essere le nuove amministrative queste si svolgeranno in un contesto politico diverso in cui l’Udc sarà chiamato a correre da solo.

Il quadro politico nazionale e regionale, cui Drago ha fatto riferimento, probabilmente imporrà l’azzeramento delle alleanze locali e quindi scenari diversi rispetto al recente passato. Anche la candidatura Torchi passa da questa prospettiva e Drago ha dato appuntamento a tutti a giovedì quando il direttivo cittadino dirà la sua sulla candidatura Torchi. Non sarà l’ultima parola perché il nome offerto in sede locale dovrà essere vagliato in ambito provinciale e regionale ma il sindaco sarà già a metà dell’opera.