Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1129
RAGUSA - 16/02/2008
Politica - Ragusa - Anche il centro sinistra scioglie i nodi

Anna Finocchiaro candidata
alla Presidenza della Regione

"Ci sono i margini per il cambiamento" Foto Corrierediragusa.it

La senatrice Anna Finocchiaro (nella foto) del Partito Democratico si è ufficialmente candidata alla Presidenza della Regione.

"Tutto è più difficile in Sicilia, ma proprio per questo riuscire lì è più prezioso e io da qui voglio dire che sono disponibile a candidarmi alla guida della Regione". Così, accolta da una ovazione, la Finocchiaro ha annunciato all´Assemblea del Pd la sua candidatura alla Regione Sicilia.

"Sono nata a Modica e vengo - ha esordito il presidente dei senatori del Pd - da una terra magnifica ma anche mortificata, dove ci sono splendori ma anche miserie e orrori. Una terra che da ultimo è stata oltraggiata dalla vicenda Cuffaro, una terra soffocata dalla mafia con il centrodestra che ha avuto il 64% dei consensi". Per Finocchiaro, l´obiettivo è "intercettare lo sviluppo buono, il lavoro buono, il benessere e la legalità, un obiettivo non solo possibile ma anche raggiungibile nella mia terra meravigliosa".

"Lo voglio fare nell´unità del centrosinistra e se Rita Borsellino è con me", ha concluso la Finocchiaro.

La notizia viene accolta positivamente da Tonino Russo, vicesegretario regionale del Partito Democratico della Sicilia: «Da Roma è arrivata un’ottima notizia per la Sicilia. Quello di Anna Finocchiaro è il volto nuovo per la presidenza della Regione, capace di farci recuperare la faccia che, da siciliani, abbiamo perso in questi anni con i governi di centrodestra».


IL PROFILO DI ANNA FINOCCHIARO

Cinquantatre anni, siciliana di Modica, sposata, due figlie, Anna Finocchiaro è in sella, in politica, da sei legislature, cinque alla Camera e una, l´ultima, al Senato, dove ha ricoperto un ruolo di primo piano: presidente dei senatori del Pd, alla guida di uno dei due gruppi parlamentari del nuovo soggetto politico nato dall´abbraccio tra Ds e Margherita.

Laureata in giurisprudenza, nel 1981 diventa funzionario della Banca d´Italia ma deve lasciare la ´sua´ Sicilia per trasferirsi a Savona. Nell´isola torna un anno dopo, indossando la toga, da pretore a Leofonte, in provincia di Enna. Poi è sostituto procuratore a Catania, funzione che svolge fino al 1987. Da lì inizia il suo cammino politico, con l´elezione alla Camera nelle liste del Pci.

Segretaria di Magistratura democratica per la Sicilia orientale dal 1984 al 1987, Finocchiaro è stata consigliere comunale a Catania dal 1988 al 1995.

Nel corso dei suoi mandati parlamentari è stata vice presidente della commissione Bicamerale per la riforma del codice di procedura penale, nel 1988; componente della Giunta per le autorizzazioni a procedere dal 1987 al 1996 e capogruppo nella stessa Giunta dal 1994 al 1996.

Vice presidente del gruppo Pds dal ´92 al ´94; poi capogruppo in commissione Giustizia dal 1994 al 1996. E ancora, componente del Comitato parlamentare per i procedimenti d´accusa e componente della commissione speciale in materia di infanzia. Nel 1998 è presidente della commissione Giustizia di Montecitorio. Nel primo governo Prodi è stata ministro per le Pari opportunità.