Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 479
RAGUSA - 05/01/2012
Politica - Eletto Giampiero D’Aragona vicepresidente del consiglio comunale

Nello Dipasquale piazza tutti i suoi uomini, insorge il Pd

Ragusa Grande di Nuovo fa il pieno con Michele Tasca assessore e Mario Chiavola, neo consigliere a palazzo dell’Aquila

Il sindaco fa il pieno ma è bufera sui suoi uomini. Dai banchi del Pd a palazzo dell’Aquila si è parlato di fine della politica e di vero e proprio mercato. La seduta del consiglio comunale non poteva essere più burrascosa. Innanzitutto per il colpo di scena riservato dall’elezione del vicepresidente del consiglio.

La prima votazione per designare il sostituto di Michele Tasca, nominato dal sindaco assessore alle Finanze, ha fatto registrare un paio di franchi tiratori tanto che Giampiero D’Aragona ha dovuto attendere la seconda votazione. La cooptazione di Michele Tasca in giunta ha lasciato libero un posto di consigliere ed è toccato a Mario Chiavola subentrare al neo assessore.

Chiavola appartiene alla lista del sindaco, Ragusa Grande di Nuovo, che ora può contare su ben dieci consiglieri in squadra , il presidente ed il vicepresidente del consiglio e tre assessori di sua diretta emanazione. Un bel colpo per il fondatore di «Territorio» ma su Dipasquale si sono riversati gli strali del Pd che ha contestato senza mezzi termini le competenze di Michele Tasca in materia finanziaria.

Per l’opposizione tutta l’operazione è riconducibile ad un disegno del sindaco di blindare la maggioranza prevenendo così eventuali fughe in avanti rendendo ancora più salda la posizione del primo cittadino.