Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 619
RAGUSA - 03/08/2011
Politica - La pletora del coordinamento Pdl mette a tacere tutte le componenti

Il Pdl si riorganizza e Fabrizio Comisi spiega la scelta

Minardo e Leontini, dettano le condizioni suggerite dal segretario nazionale Angelino Alfano. Sorpresa, Comisi (a Vittoria indipendente) rientra nel partito dopo la lite con Moscato. La replica dell’interessato
Foto CorrierediRagusa.it

La politica è strana. Difficile da capire. Fabrizio Comisi, consigliere comunale dichiaratosi «indipendente» il 10 luglio scorso, è stato nominato componente del coordinamento provinciale da Innocenzo Leontini e Nino Minardo. Il che vuole dire che quella uscita di Comisi dopo la lite con Giovanni Moscato era una boutade, uno scatto d’ira subito rientrato mai annunciato. Nello stesso organismo c’è anche Riccardo Terranova, avversario interno storico di Comisi.

In vista della ristrutturazione e dei probabili congressi del nuovo corso targato Angelino Alfano, il partito punta a rilanciarsi anche perché fra non molto cominceranno le trattative per individuare il candidato del Pdl alla successione di Franco Antoci. I candidati dovrebbero essere 3 di sicuro. L’esponente del Pdl (si paral da tempo di Mommo Carpentieri e di Giovanni Occhipinti.

«L’impegno comune dei due deputati Leontini e MInardo- si legge in un comunicato- è quello di rilanciare l’iniziativa politica del partito, di consolidare le esperienze amministrative guidate da rappresentanti del PdL, di riprendere il raccordo e l’interlocuzione con gli alleati e di affrontare le problematiche del territorio con un ruolo forte e incisivo del partito.

Il coordinamento provinciale è così composto: Nello Dipasquale, Piero Rustico, Giuseppe Alfano, Giovanni Venticinque, Lucio Schembari, Silvio Galizia, Salvatore Moltisanti, Giorgio Assenza, Paolo Santoro, Girolamo Carpentieri, Salvatore Mallia, Giovanni Occhipinti, Vincenzo Di Raimondo, Giovanni Scucces, Salvatore Carbone, Massimo La Pira, Riccardo Terranova, Piero Mandarà, Ciccio Barone, Bartolo Azzaro, Mario Bentivegna, Enzo Pacetto, Gianni Iacono, Dora Bonvento, Fabrizio Comisi, Simona Lo Bello, Elisa Marino, Giovanna Di Giacomo, Pino Garofalo e Santi Benicansa. Su 30 componenti, una sola donne, Dora Bonvento!

Dopo il coordinamento provinciale, i vertici, in mancanza di veri e propri congressi, hanno eletto coordinatori comunali i seguenti esponenti politici: Fabrizio Ilardo, Ragusa; Michele D’Urso, Modica; Francesco Trama, Vittoria; Paolo Ferlisi, Ispica; Salvatore Iozzia, Pozzallo; Giorgio Assenza, Comiso; Giovanni Cappello, Chiaramonte Gulfi; Salvatore Di Benedetto, Monterosso Almo; Michela Frasca, Giarratana; Salvatore Di Falco, Acate: Maurizio Allù, Santa Croce Camerina.

La reazione di Fabrizio Comisi
L’interessato Fabrizio Comisi interviene per ribadire di «essere indipendente dal gruppo consiliare, ma di rimanere in linea con il coordinatore nazionaleAlfano e con il coordinatore
provinciale. Leontini. Per quanto riguarda Vittoria, la divergenza con Moscato permane invariata. Non si è trattato di una «boutade», io continuo a mantenere distanza dai componenti del gruppo consiliare del PDL di Vittoria. E quando prendo queste decisioni, non sono il frutto
di «scatti d’ira», ma di ponderate e consapevoli valutazioni oggettive».