Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 413
RAGUSA - 22/07/2011
Politica - Divampano le polemiche dopo l’approvazione del bilancio di previsione a viale del Fante

Provincia, bilancio previsioni: penalizzata l´università iblea

Idv, Prc, Mpa, Pd: «I soldi tagliati all’università utilizzati per feste e festini»
Foto CorrierediRagusa.it

Quindi sì, 5 no, il Consiglio approva a maggioranza le variazioni al bilancio di previsione 2011 con applicazione di parte dell’avanzo di amministrazione non vincolato risultante dal conto consuntivo 2010. La manovra di un milione e 160 mila euro, a fronte di un avanzo di un milione e 800 mila euro, ha registrato una proposta della Giunta provinciale che impegnava 750 mila euro per il Consorzio Universitario, 110 mila euro per il finanziamento dei debiti fuori bilancio e 300 mila euro per oneri finanziari.

All’esame del presidente del consiglio provinciale Giovanni Occhipinti (nella foto accanto al presidente Antoci e ad altri assessori) sono stati presentati diversi emendamenti: 8 dell’opposizione e uno della maggioranza. Bocciati quelli dell’opposizione con uno schieramento compatto della maggioranza, invece è stato approvato quello proposto dai gruppi consiliari del Pdl, Udc, Fli e Forza del Sud e illustrato in aula dal consigliere Salvatore Mandarà (Pdl). Il maxiemendamento della maggioranza ha riposizionato nei vari capitoli l’avanzo di amministrazione di un milione e 160 mila euro decidendo di assegnare 400 mila euro al Consorzio Universitario e distribuendo 760 mila euro per finanziare diverse attività, tra le quali 117 mila euro per contributi straordinari per associazioni sportive, 118 mila e 500 euro per promozione spettacoli ed iniziative artistiche, 48 mila per fornitura servizi assistenziali e 52.500 euro per assistenza ai non vedenti e ai non udenti, oltre ad altri interventi nei settori delle politiche giovanili, delle politiche comunitarie e dello sviluppo agricolo.

Alla soddisfazione del presidente del consiglio provinciale Giovanni Occhipinti, s’è contrapposta quella della minoranza che in aula ha stigmatizzato la manovra. I consiglieri provinciali Di Martino (Prc), Burgio e Roccuzzo (Mpa), Iacono (IdV) e Padua e Barone (Pd) hanno manifestato tutto il loro dissenso. Di segno opposto gli interventi di Galizia (Pdl), Pelligra (Fli), Di Paola e Ficili (Udc), Schembari (Gruppo Misto) che hanno ritenuto le variazioni di bilancio in linea con le istanze del territorio e che gli impegni finanziari per il Consorzio Universitario e per i debiti fuori bilancio saranno recuperati nella manovra di assestamento di fine anno.

Duro il commento dei gruppi minoranza. «La Provincia di Ragusa, un’istituzione sempre piegata e utilizzata agli interessi di parte. I soldi per l’università se ne vanno a feste e festini! Hanno cominciato con il primo bilancio quando vennero tolte 1 milione di euro destinate per l´aeroporto di Comiso ed hanno continuato ad ogni appuntamento di bilancio, di assestamento, di variazione. Imperterriti! Dopo l´aeroporto ieri è toccato all´Università. Sulla base di precisi impegni contrattuali assunti dal presidente Antoci con l´Università di Catania nel giugno 2010, invece di inserire nel bilancio preventivo il previsto 1.500.000 euro ne avevano messo 750.000 euro. Nelle variazioni di bilancio la giunta aveva messo l´altra metà di 750.000 euro e i consiglieri, ancora una volta in contrasto con la Giunta, ne hanno tolto 350.000 euro. Con buona pace degli accordi sottoscritti e dell´art. 7 dell´accordo che in caso di "ritardo nella corresponsione all´università delle somme dovute" impone il pagamento degli interessi passivi».