Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 685
RAGUSA - 12/07/2011
Politica - Movimenti politici in evoluzione

Pace tra Dipasquale, Minardo e Leontini. Ma fino a quando?

La nomina di Angelino Alfano a segretario nazionale ha trovato il consenso di tutti

Nel Pdl è scoppiata la pace. La nomina di Angelino Alfano a segretario nazionale ha trovato il consenso di tutti e messo d’accordo, almeno per il momento, i parlamentari Innocenzo Leontini e Nino Minardo, il sindaco Nello Dipasquale e tutti i loro vicini di banco. Ha comunicato il sindaco di Ragusa mettendo in chiaro che le sirene di Mpa non sono per lui.

«Sono e resto nel Pdl» ha detto il sindaco smentendo quanti lo vorrebbero in transito verso Raffaele Lombardo; il sindaco tuttavia reclama e vuole autonomia, nessuna dipendenza o peggio affiliazione né a Nino Minardo né ad Innocenzo Leontini fino a qualche mese fa suo diretto ispiratore.. «il mio riferimento è il segretario regionale e poi Angelino Alfano. Poi siamo tutti sulla stessa barca e remiamo verso la stessa direzione- ha detto DiPasquale. Da parte loro Leontini e Nino Minardo usano toni concilianti, non vogliono la guerra ma rinserrano le fila con i propri compagni di cordata.

La riunione del gruppo alla Provincia è servita proprio a questo ma la sensazione è che ognuno si stia riposizionando in attesa delle prossime mosse. Ed all’orizzonte c’è la presidenza della Provincia che il Pdl reclama dopo due tornate targate Udc. Nello Dipasquale dal suo canto lo ha comunque detto in modo chiaro. «Prima voglio finire il mio mandato e poi penserò ad altro». Per altri cinque anni dunque il sindaco penserà ad amministrare ma in politica non si sa mai.