Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1327
RAGUSA - 14/01/2008
Politica - Ragusa - Si velocizza l’iter per favorire le imprese

Utilizzo fondi ex Insicem:
accordo siglato

Toccherà al comitato di garanzia predisporre i regolamenti
di accesso ai finanziamenti
Foto Corrierediragusa.it

? stato raggiunto l’accordo per l’utilizzo degli 8 milioni alle aziende previsti nella bozza di utilizzo dei fondi ex Insicem. Le misure di finanziamento previste nel documento approvato all’unanimità sono tre: una riguarderà la capitalizzazione delle nuove imprese e la ricapitalizzazione di quelle esistenti, un’altra la patrimonializzazione dei consorzi fidi e una terza i finanziamenti agevolati alle imprese.

Una volta raggiunto l’accordo, toccherà al comitato di garanzia composto da 8 rappresentanti del tavolo di concertazione (due in quota alla Provincia, due alla Camera di Commercio, due ai Comuni, uno in rappresentanza dei sindacati e uno in rappresentanza delle associazioni datoriali) predisporre i relativi regolamenti di accesso ai finanziamenti e preparare i relativi bandi.

? stato assicurato che si cercherà di accelerare queste procedure per consentire alle imprese di poter accedere e usufruire degli 8 milioni di euro stanziati con l’accordo di programma dei fondi ex Insicem.

Il presidente della Provincia Franco Antoci (nella foto) ha dichiarato di essere molto soddisfatto che questa fase di concertazione sia stata chiusa positivamente.

Anche l’assessore allo Sviluppo Economico Enzo Cavallo che ha coordinato il tavolo tecnico di definizione della proposta finale approvata è soddisfatto per il risultato raggiunto e ha dichiarato che si tratta di un accordo di straordinaria importanza che qualifica la concertazione e permette di intervenire a favore delle imprese di tutti i settori produttivi della provincia. Cavallo ha concluso dicendo che è stata chiusa solo una fase, ora si deve pensare a predisporre i regolamenti e i relativi bandi.