Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:10 - Lettori online 841
RAGUSA - 18/02/2011
Politica - Ragusa: Mpa ed Api sfogliano ancora la margherita sul nome del loro candidato

Il Pd chiede a IdV, Sel e Fed l´ok per Sergio Guastella

Saranno in tutto tre i concorrenti per la poltrona di palazzo dell’Aquila

Il Partito democratico insiste e propone Sergio Guastella come candidato a sindaco del centro sinistra. I tempi stringono ed il Pd vuole accelerare senza passare dalle primarie di coalizione. A Fed, Sel ed IdV sarà dunque proposto il nome del vincitore delle primarie interne.

Alla base della richiesta ci sono le motivazioni già più volte espresse dal segretario cittadino del Pd Giuseppe Calabrese: Guastella non è un uomo di partito, ma espressione della società civile; ha, inoltre, già ricevuto l´imprimatur dai 2700 cittadini che sono andati a votare alle primarie di partito.

Il Pd, comunque, si rimette alle decisioni della coalizione, perché l´obiettivo prioritario che intende perseguire è proprio quello dell´unità del centrosinistra, che deve presentarsi agli elettori con una sola voce per esporre il programma che sarà completamente alternativo a quello portato avanti e annunciato dal sindaco uscente Dipasquale.

Idv dovrà decidere dunque se accettare il nome di Guastella sul quale non è stata mai espressa alcuna remora o portare avanti la candidatura di Giovanni Iacono dovrà decidere se continuare a sostenere la propria proposta, ossia il coordinatore provinciale Giovanni Iacono, oppure accettare quella di Guastella. E’ più morbida invece la posizione di Sel che potrebbe non avere la disponibilità del sindacalista Aurelio Mezzasalma che non ha ancora sicolto la sua riserva. Entro domenica dunque il centro sinistra farà conoscere il suo candidato ed a meno di strappi dell’ultima ora dovrebbe essere proprio essere Sergio Guastella l’anti-Dipasquale.

In campo Mpa tutto è ancora in discussione. Gli autonomisti hanno avviato le discussioni con l’Api di Tuccio Di Stallo per verificare le possibilità di candidare un proprio uomo. I nomi più ricorrenti per Mpa sono quelli di Gianni Di Stefano o di Paolo Roccuzzo mentre l’Api sembra propensa a mettere in campo proprio il coordinatore provinciale Tuccio Di Stallo.

Per la poltrona di palazzo dell’Aquila a correre saranno dunque in tre con Nello Dipasquale superfavorito ed il centro sinistra pronto a dare battaglia, Mpa ed Api nella veste di outsider.