Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 805
RAGUSA - 07/02/2011
Politica - Ragusa: Lombardo parla del candidato ideale che definisce "donna, giovane, credibile"

L´architetto Silvia La Padula candidata sindaco Mpa per palazzo dell´Aquila?

E’ l’ipotesi più accreditata dopo l’intervento al Mediterraneo Palace da parte del presidente e della professionista
Foto CorrierediRagusa.it

Raffaele Lombardo (nella foto nel corso dell´assemblea al Mediterraneo) detta la linea e conferma: «Andiamo da soli con chi ci sta. Proporremo un nostro esponente a sindaco di Ragusa». Silvia La Padula può essere il nome sul quale punta Raffaele Lombardo per la poltrona di sindaco di Ragusa. L’architetto è stata presentata da Mimì Arezzo, commissario provinciale del movimento, ed ha avuto il privilegio della parola unica tra i non iscritti ad Mpa.

Silvia La Padula, romana, titolare di un B&B in contrada Cammarana, residente in provincia da anni, è figlia d’arte perché è nipote dell’architetto Ernesto La Padula cui si deve il progetto di sistemazione di piazza Libertà. La Padula è portavoce dell’associazione «Tutela terre d’Oriente» ed è da sempre schierata a difesa del territorio; condivide dunque molti dei punti di vista di Raffaele Lombaardo per quanto riguarda il piano paesistico e la salvaguardia dell’ambiente. Nel suo intervento l’architetto ha parlato di nuovi agglomerati costruttivi pollaio» riferendosi agli insediamenti abitativi voluti dalla giunta Dipasquale.

Raffaele Lombardo non ha detto nulla di ufficiale a proposito della candidatura ed ha lasciato tutto nel vago. Ha soltanto tracciato l’identikit del candidato ideale di Mpa « «Credibile, giovane, donna, forza fresca, non necessariamente iscritta ad Mpa». Tutti si sono guardati attorno e quando hanno visto intervenire Silvia La Padula hanno tirato le somme. Il giorno dopo, però, Mimì Arezzo ha smentito che si tratti di Silvia La Padula.

Lombardo ha parlato a braccio all´assemblea, ha spiegato e rispiegato perché Mpa non può sostenere un sindaco di marca Pdl mentre fa battaglia a Roma contro il governo Berlusconi. Anche la situazione a Palermo non aiuta con il Pdl sulle barricate contro il governo presieduto proprio da Lombardo. In sede locale inoltre, ha detto Lombardo, le scelte di Dipasquale non convincono «Non siamo d’accordo sul piano paesistico, non siamo d’accordo sulla sua idea dello sviluppo della città».

Per il sindaco uscente ci saranno dunque almeno due concorrenti; quello del Terzo Polo e quello del centro sinistra, ancora da individuare.

Intanto SEL ha ufficialmente indicato Aurelio Mezzasalma, sindacalista CGIL, quale espressione di Sinistra Ecologia e Libertà. E’ il nome che il movimento metterà sul piatto del centro sinistra al momento di indicare il proprio candidato.