Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1020
RAGUSA - 06/02/2011
Politica - Ragusa: per scegliere il candidato a sindaco da proporre alla coalizione di centrosinistra

Primarie Pd a Ragusa: Barrera contro Guastella

Uno contro l’altro, ci sono, nei fatti, le due anime del Partito democratico

È il giorno delle primarie. Il Partito democratico chiama a raccolta iscritti e simpatizzanti per scegliere il candidato a sindaco da proporre alla coalizione di centrosinistra. La scelta è tra Sergio Guastella, già consigliere comunale per il movimento "Città", esponente della cosiddetta società civile, e Nino Barrera, consigliere comunale, tra i fondatori del Pd in città, dirigente scolastico.

Uno contro l´altro, ci sono, nei fatti, le due anime del Partito democratico. Guastella, infatti, è stato scelto dal gruppo che fa capo al segretario cittadino Giuseppe Calabrese, mentre Barrera è la proposta degli oppositori, tra cui Giorgio Massari, Carmelo La Porta e il senatore Gianni Battaglia. In pratica, queste primarie sono una sorta di "conta" per vedere quale delle due "anime" fa più presa sulla città.

Il seggio è allestito nei locali della Camera di Commercio in piazza Libertà e sarà aperto per l´intera giornata di oggi. Si voterà dalle 7.30 alle 21.30. Subito dopo inizierà lo spoglio dei voti e, in serata, si conoscerà il nome del candidato sindaco che il Partito democratico porterà sul tavolo del centrosinistra, pronto a confrontarsi con il coordinatore provinciale di Italia dei Valori Giovanni Iacono e il candidato che Sel ha annunciato di voler mettere a disposizione della coalizione.

Se non si troverà un accordo, è probabile che il centrosinistra debba andare alle primarie vere e proprie. D´altronde, un po´ tutti, a cominciare da Italia dei Valori, avevano ipotizzato, quando si è cominciato a parlare delle amministrative, la possibilità di ricorrere alle primarie per dare ai cittadini la possibilità di scegliere il candidato da opporre a Nello Dipasquale. La scelta del Pd, però, ha spiazzato tutti, tanto che gli altri partiti e movimenti l´hanno criticata e accettata obtorto collo.