Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:57 - Lettori online 809
RAGUSA - 05/01/2011
Politica - Ragusa: il deputato regionale interverrà in prima persona

Fabio Granata perentorio: "A Ragusa Fli lo riorganizzo io"

Per mettere un po’ di chiarezza in seno al nuovo partito, disorientato dall’abbandono di Carmelo Incardona Foto Corrierediragusa.it

Sarà il deputato nazionale Fabio Granata (nella foto), insieme all´on Pippo Scalia, ad organizzare ed a strutturare Futuro e libertà per l´Italia in provincia. A comunicarlo, cercando anche di mettere un po´ di chiarezza in seno al nuovo partito, disorientato dall´abbandono di Carmelo Incardona e dalle prese di posizione dell´ex dirigente di Alleanza Popolare, Filippo Frasca, che aveva ricevuto proprio da Scalia il "battesimo" d´ingresso nel nuovo partito, è stato, per l´appunto, il vice presidente della commissione parlamentare antimafia.

«Entro il mese – ha annunciato Granata – presenteremo i circoli ed il coordinamento provinciale del partito, che ha già registrato numerose e qualificate adesioni. Fino ad allora – ha poi cesellato il deputato finiano – invito tutti gli amici che condivideranno questo percorso ad astenersi da dichiarazioni su linea politica e alleanze. Si tratta di questioni che saranno affrontate e dibattute in sede congressuale. A Ragusa si costruirà un grande movimento che rappresenti gli interessi e l´identità produttiva e culturale dei luoghi, attraverso una classe dirigente nuova ed entusiasta».

L´occasione è stata propizia al parlamentare nazionale anche per ribattere al consigliere comunale del Pdl, Massimo Chiavola, che nei giorni scorsi lo aveva pesantemente chiamato in causa, a proposito delle presunte ingerenze sulle questioni attinenti allo sviluppo sostenibile del territorio e della sua tutela. Più specificamente, Chiavola aveva censurato le osservazioni di Granata, spesso in posizione opposta rispetto a quella dell´amministrazione comunale e della maggioranza che la sostiene, su temi di grande spessore, come il Parco degli Iblei ed il Piano paesistico. L´esponente del Pdl, peraltro, era andato oltre, asserendo che l´on. Granata farebbe bene a guardare in casa proprio, visto che la sua famiglia gestirebbe alcuni impianti sportivi che si affacciano sul teatro greco di Siracusa.

Asserzioni risultate indigeste a Granata che ha dato mandato ai propri legali per un´azione di tutela nei confronti di Chiavola: «Io difendo paesaggio e patrimonio culturale – ha aggiunto l´esponente del Fli – e non ho mai posto in essere atti o comportamenti meno che legittimi». (Gazzetta del Sud)

ACQUE AGITATE IN FLI: LITE FRASCA - NICOSIA
Nino Nicosia, consigliere comunale di Vittoria ex An, poi Pdl, infine Fli, non per sua volontà ma per seguire le coordinate di Gianfranco Fini, da buon uomo di navigazione ha provocato un maremoto con le sue dichiarazioni su Futuro e liberà e sul suo appoggio, non avendo altra scelta, alla candidatura di Carmelo Incardona. Apriti cielo! Da Ragusa Filippo Frasca /foto)stronca sul nascere le ipotesi di Nicosia.

«Apprendiamo da organi di stampa- scrive Frasca- che il consigliere comunale Nino Nicosia, passato poco tempo fa insieme all´onorevole Incardona in Futuro e Libertà, non ha seguito il successivo passaggio di quest´ultimo in Forza del Sud; questo non può che farci piacere, però Nicosia prima di parlare di candidature a sindaco proclamando il sostegno a questo o quel candidato o di autonominarsi commissario cittadino del partito, dovrebbe avere l’umiltà di guardarsi attorno e rapportarsi con chi il partito, in silenzio e senza colpi di fumo, lo costruisce inglobando tutti coloro che condividono il manifesto di Gianfranco Fini, come noi di Alleanza popolare per Vittoria, articolazione locale di un folto movimento che rappresenta la prima componente di quello che sarà domani Futuro e Libertà».

Se non è veto questo! Nicosia non può autoproclamarsi leader, né può decidere autonomamente chi appoggiare fra i vari candidati. «I segretari dei partiti o pseudo rappresentanti o commissari- continuano Frasca, Daniele Barrano (consigliere della Circoscrizione sud) e Maurizio Arrabito (consigliere comunale di Scicli)- saranno eletti nei congressi, non si autonominano da soli, decidendo la linea del partito o quale candidato a sindaco da appoggiare».

Queste scelte non possono essere preconfezionate, dunque, ma verranno fuori dal dibattito interno al gruppo dirigente costituente di Fli e dopo un confronto con la deputazione nazionale con la quale il presidente provinciale Filippo Frasca è in continuo contatto. «Nicosia –chiosano Frasca Arrabito e Barrano- farebbe bene ad essere cauto nelle dichiarazioni politiche, poiché queste fughe in avanti non ci lasciano tranquilli. I suoi buoni rapporti con Incardona possono solo farci piacere, ma la politica e le aspettative di una città come Vittoria sono un´altra cosa».

Venuto a conoscenza del veto imposto da Frasca, Nino Nicosia non prende molto sul serio il richiamo alla prudenza. «Chi è Frasca? Sì, ricordo bene, anche lui è senza bussola per i tanti partiti che ha cambiato. Un uomo di mare come me non può prender ordini da uno senza rotta, senza timone e con il motore in avaria. Ci porterebbe a sbattere sul primo scoglio. Se sono queste le persone che mi dovrebbero rappresentare politicamente, piuttosto mi ritiro dalla politica».