Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 650
RAGUSA - 26/09/2010
Politica - Ragusa: i dati del consigliere della lista «Dipasquale sindaco»

Per Fazzino "La situazione finanziaria di Ragusa è a posto"

Il Pd aveva sostenuto che la disponiblità di cassa dell’ente fosse di appena 150mila euro

La situazione finanziaria del Comune non desta alcuna preoccupazione: chi dice il contrario vuole solo suscitare ingiustificati allarmismi. È quanto torna a ribadire la maggioranza di centrodestra a palazzo dell´Aquila e, nella fattispecie, il consigliere della lista «Dipasquale sindaco», Santina Fazzino, di rimando ai nuovi allarmi di cui si sono fatti promotori i Democratici di sinistra.

La Fazzino, per la verità, non nega «la sofferenza che vivono le casse degli enti pubblici in Italia ed in Sicilia in particolare. Ma a Ragusa soffriamo meno». Frutto di una gestione delle casse pubbliche tutt´altro che scriteriata, anzi alquanto oculata che consente al Comune di «avere i conti in regola». Insomma, il Pd farebbe solo terrorismo politico: «Temiamo che con i numeri quelli del Pd sappiano fare solo confusione – asserisce Santina Fazzino – ma non perché non siano in grado di leggere le carte. Il loro scopo, a nostro avviso evidente, è quello di gettare nel panico la cittadinanza, diffondendo il messaggio che le casse comunali siano vuote. Nulla di più sbagliato. Stiano tranquilli i cittadini: il Comune non rischia il dissesto e onora regolarmente i suoi debiti». Il Pd aveva sostenuto che la disponiblità di cassa dell´ente fosse di appena 150mila euro.

L´esponente di centrodestra, per la verità, ammette che anche il Comune, come ente pubblico, «abbia qualche debito» (in particolare, mutui invero accesi anche da lustri, per oltre 15 milioni di euro, n.d.r.), ma sottolinea anche che «procede nei pagamenti come ha sempre fatto». Non a caso, proprio il mese scorso, fu lo stesso primo cittadino a rimarcare il fatto che quello di Ragusa è l´unico comune siciliano a non attingere alle anticipazioni di tesoreria e, quindi, a non gravarsi di oneri bancari: «La situazione prospettata dagli avversari dell´amministrazione Dipasquale – evidenzia perciò la Fazzino – è ben lontana dalla realtà. D´altro canto, i cittadini constatano quotidianamente l´impegno del sindaco, della giunta e dei consiglieri. Ma soprattutto si rendono conto che la nostra è la politica del fare che garantisce anche i servizi essenziali ad una città che diventa sempre più grande».