Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1172
POZZALLO - 29/11/2009
Politica - Pozzallo: nostra intervista a 360 gradi al primo cittadino

Il sindaco Sulsenti: "Ho sistemato i debiti ereditati"

Nel bilancio dei primi 30 mesi, fra una stoccata e l’altra, il sindaco elenca le cose fatte e quelle da fare. E conferma i buoni rapporti con il Pdl di Nino Minardo

Il sindaco Peppe Sulsenti traccia un bilancio prima del «giro di boa» dei suoi due anni e mezzo di sindacatura.

"Due anni e mezzo intensi, quasi un terzo di questo tempo l´ho trascorso in viaggi a Palermo dal Governatore della Sicilia Raffaele Lombardo per ottimizzare molte delle cose che la precedente amministrazione aveva lasciato in dissesto. Parlo dei debiti che ho trovato quali Telecom, avvocati che hanno lavorato per il Comune, Ast con 450 mila euro pagati in questi 30 mesi, pagamenti dei comunali in forte ritardo, 2 milioni e 100 mila euro che dobbiamo ancora dare al Comune di Scicli per la spazzatura, danni perpetrati alla struttura portuale ma anche «piccole» cose come aver trovato, ad esempio, un corso Vittorio Veneto pagato tanti soldi e da rifare prossimamente, qualche anno dopo la conclusione dei lavori. Ma l’elenco rischia davvero di diventare lungo".

Il consigliere comunale Pino Asta, in una recente intervista su questi 30 mesi della sua sindacatura, parla di arretramento…

"Mi stupisco come un ottimo commercialista come lui sia così poco conoscitore dei problemi dell’Ente comunale. Oramai, mi sono stufato di commentare le falsità. Non accetto lezioni di «governance» e di politica da chi ha cambiato partiti, a seconda della convenienza. Asta vede arretramenti? Lui è un «esperto» di arretratezze".

E se le chiedo di Nino Minardo...

"E’ una persona seria e rappresenta il futuro della politica, in terra iblea. Qualcuno ha parlato di forte inimicizia del sottoscritto con il deputato del Pdl. I soliti discorsi che non stanno né in cielo né in terra. Con una parte del Pdl, intesa su tutto. Non temo alcuna fuga in avanti. Amministreremo la città di Pozzallo anche dopo il 2012".

Parlando di Raffaele Lombardo, c’è chi dice che, se il Governatore dovesse lasciare, lei transiterà altrove...

"Falso. L’Mpa rappresenta il mio lunghissimo futuro politico. Lombardo, poi, non «cadrà». Ha troppo a cuore questa terra".

Roberto Ammatuna candidato sindaco alle prossime comunali. Che pensa?

"Ma il Pd non doveva lasciare spazio ai giovani"?

Progetti futuri per Pozzallo. A cominciare dal porto.

"Il porto di Pozzallo è una priorità di Raffaele Lombardo e, proprio per questo motivo, gli incontri che si sono susseguiti, in questi mesi, non ultimo l’incontro di settembre a palazzo La Pira, stanno a testimoniare che la strada giusta da percorrere è quella che la nostra amministrazione ha tracciato, ovvero ricercare i fondi per la messa in sicurezza, un «pennello a mare» che non insabbi il porto turistico, valorizzare il porto commerciale magari intrecciando rapporti con Malta e i paesi del Nord Africa, ottimizzare i fondali per far arrivare anche le navi da crociera, non ultimo la salvaguardia del comparto dei pescatori pozzallesi. È chiaro che, per realizzare tutte queste cose, c’è bisogno di tempo e di finanziamenti. Conto, se la tempistica sarà rispettata, entro tre o quattro anni, di vedere realizzati le opere sopraccitate".

S’era parlato di investitori privati per il porto. Può essere una soluzione?

"Tutti sappiamo che, per far arrivare un finanziamento regionale o della Comunità Europea, a volte, si rischia di finire nella trappola delle lungaggini. Nulla vieta, così come concordato con Lombardo, che una via privilegiata potrà essere rappresentata da investitori privati. Ma è ancora troppo presto per parlarne. Vediamo cosa accade nel 2010".

Altri progetti?

"Il prossimo anno sarà consegnata la scuola elementare Raganzino, totalmente riqualificata, così come prevedo che sarà presentato un progetto per il lungomare Raganzino che sarà, forse, più bello di quello di Pietrenere. Attenzionerò anche il quartiere «167» e Viale Europa con dei progetti che riqualificheranno tutta la zona ad est del paese".

Si dia un voto per questi 30 mesi.

"Un bel 7 che diventerà 10, a fine mandato. Ho ancora troppe cose da fare per la mia Pozzallo".