Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:04 - Lettori online 1492
POZZALLO - 30/10/2009
Politica - Pozzallo: si fanno già i nomi sul futuro sindaco, in caso di mancata rielezione di quello attuale

Politica in fermento a Pozzallo. Chi succederà a Sulsenti?

Dall’Mpa al Pd, passando per il Pdl. Ecco la rosa dei nomi papabili

Politica in fermento a Pozzallo. Sebbene vi siano due anni e mezzo prima delle prossime consultazioni elettorali, si fa un gran parlare sulle indiscrezioni relative al possibile (se non viene rieletto) successore del sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti.

Mpa
Assodato che il Movimento per l’Autonomia ricandiderà Peppe Sulsenti, la domanda, come direbbe qualcuno, nasce spontanea: durerà l’alleanza con il Pdl di Nino Minardo? Il deputato alla Camera per il Pdl sembra non volerci sentire, in questi giorni, dopo la reiterata richiesta della vice-sindacatura per palazzo La Pira. Minardo, difatti, vuole il secondo scranno del Municipio, dopo aver «piazzato» i due assessori (l’avvocato Sara Cugno e la dottoressa Ilenia Caruso) che il gruppo consiliare del Pdl di Pozzallo aveva proposto al sindaco autonomista. La chiave di volta sembra, però, essere la questione legata al vicesindaco.

Pare che il deputato alla Camera insista, per voce dei consiglieri comunali del suo partito, affinché, a metà mandato, un politico del Pdl prenda il posto del vicesindaco Attilio Sigona. L’ex onorevole, a sua volta, ha ribadito quanto detto nelle scorse settimane. O resto vicesindaco o me ne vado, avrebbe detto Sigona, lasciando anche le cariche assessoriale che attualmente ricopre. Pertanto, entro la fine dell’anno, il sindaco dovrà decidere cosa fare. Si ipotizzano, al momento, diverse soluzioni. Forse un terzo assessorato per il Pdl accontenterà sia Minardo che Sigona? E se sì, chi lascerà il posto all’assessore neo-eletto? Non certo Carmelo Distefano e Gugliemo Puzzo, arrivati da poco e assai poco propensi a lasciare il passo ai nuovi arrivi per palazzo La Pira. Non certo l’assessore all’ecologia, Angelo Avveduto, «fedelissimo» del sindaco Sulsenti. E allora? Il rebus, promettono i soliti ben informati, sarà presto risolto, con buona pace di tutti gli alleati del sindaco.

Partito Democratico
Roberto Ammatuna sta seriamente pensando di tornare a palazzo La Pira. Lo farà, forse, senza l’ausilio di molti (ex) amici che, nel decennio della sua sindacatura, lo hanno sostenuto politicamente e non solo. Molti sono confluiti più a sinistra (l’ex vicesindaco Francesco Gugliotta) altri hanno scelto il Pdl (l’ex margheritino Fabrizio Floridia), altri ancora hanno sposato la causa del sindaco Sulsenti (Salvatore Toscano), e pare che pure i rapporti con Pozzallo Giovane, la lista civica che «simpatizzava», fino a poco tempo fa, per l’onorevole, non siano per nulla idilliaci. Ammatuna avrà dalla sua parte i tanti giovani del Pd (per iscritti, a Pozzallo, il Pd «giovane» risulterebbe il primo partito in città), i quali daranno man forte, se dovesse proporsi, alla candidatura di Ammatuna. Ma basteranno i soli giovani e qualche fedelissimo (il consigliere comunale Pino Asta, su tutti) per tornare a palazzo la Pira?

Pdl
La «mina vagante», come qualcuno, in città, l’ha definita, attende alla finestra. Il Pdl attende che il sindaco dia un segnale per i motivi sopraesposti, ma deve anche dipanare la matassa delle due correnti, una filo-minardiana, l’altra che si rifà ad Innocenzo Leontini. L’incontro per fugare i dubbi sulla possibile unione delle due correnti non c’è stato. Ognuno resta con le proprie idee. Il ragionamento ipotizzato dai due schieramenti è il seguente: abbiamo ancora due anni e mezzo per decidere. Perché accordarci proprio adesso? Il paradosso per i due gruppi è il seguente: se vi fossero le elezioni domani, chi avrà il simbolo del Pdl sulle schede elettorali?

Sinistra e Libertà
Il gruppo (Sd e Socialisti) formatosi da pochi giorni a Pozzallo non ha ancora ben delineato (e non potrebbe essere altrimenti) le strategie per il futuro. Si sa solo che Alex Maiolino e Francesco Gugliotta non disdegnerebbero un’alleanza con Verdi e Prc. Si vedrà.

Pozzallo Giovane
Allontanatasi da Roberto Ammatuna (anche se c’è chi giura il contrario), i «Giovani» sembrerebbero maturi per una prima candidatura a sindaco. Si fa un gran parlare di Luigi Ammatuna (ex candidato a sindaco). Sarà vero?