Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 827
POZZALLO - 02/10/2009
Politica - Pozzallo: era il punto più importante all’ordine del giorno

Salvaguardia degli equilibri di bilancio, il consiglio approva

Dodici i voti a favore dello strumento finanziario, con i soli voti contrari di Pino Asta, Marco Sudano e Davide Casella, e i due astenuti del Pdl, Antonio Zocco Pisana e Emiliano Ciacera Macauda

Il Consiglio Comunale di Pozzallo, nella seduta di mercoledì 30 settembre, ha approvato la salvaguardia degli equilibri di bilancio, che era il punto più importante all’ordine del giorno. Dodici i voti a favore dello strumento finanziario, con i soli voti contrari di Pino Asta, Marco Sudano e Davide Casella, e i due astenuti del Pdl, Antonio Zocco Pisana e Emiliano Ciacera Macauda. Si è ridiscusso delle spese che il Comune ha dovuto affrontare nel corso dell’Estate pozzallese, discorso tornato fra i banchi di palazzo La Pira grazie agli interventi di Ciacera Macauda, Asta e Sudano, i quali hanno chiesto delucidazioni sul concerto di Antonello Venditti dello scorso agosto.

"50 mila euro date ad un privato – hanno condiviso i tre consiglieri comunali – che potevano essere reinvestiti nel comparto turistico, in un circolo virtuoso che avrebbe fatto del bene alle tante attività commerciali cittadine". È stato l’assessore comunale al bilancio, Attilio Sigona, a ribadire che una «buona parte» delle uscite programmate dal Comune sono imputabili alle sovvenzioni che i molteplici sponsor hanno elargito all’Ente di palazzo La Pira. Quanto all’Ici, è stato ribadito in aula che il recupero sugli evasori è un dovere verso i cittadini che pagano regolarmente e non un sopruso. Pertanto si è pensato di azzerare tutto il pregresso al fine di avviare un controllo sugli evasori in tempo reale, senza arretrati non sempre facilmente recuperabili.

A conclusione della seduta, Asta e Sudano hanno ribadito che invieranno tutti gli atti alla Procura della Repubblica di Modica per ravvisare eventuali estremi di reati.

Intanto, divampa la polemica sugli abbonamenti scolastici. La minoranza consiliare (Asta, Sudano, Casella e Maiolino) stigmatizza l’operato dell’amministrazione comunale, rea, a loro dire, di non fare gli interessi dei cittadini con il «ritorno» dei ticket per gli abbonamenti. Già lo scorso anno, gli studenti pozzallesi protestarono in piazza Municipio contro una tassa che, ad oggi e per l’anno in corso, non verrà pagata da chi ha redditi medio-bassi ed è abbuonata per chi ha più figli da mandare a scuola.

"Chiediamo che la Giunta Sulsenti si ravveda – scrive in una nota Alessandro Maiolino - e continui a fornire ai nostri ragazzi e alle loro famiglie l’abbonamento scolastico gratuito, percorrendo la strada del buon senso e del sostegno ai cittadini. In caso contrario daremo tutto il nostro appoggio alle manifestazioni già indette spontaneamente dagli studenti e continueremo ad oltranza con il dissenso, fino ad una soluzione definitiva della questione".