Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 390
POZZALLO - 02/12/2008
Politica - Pozzallo - Aria di fronda tra maggioranza e opposizione

Pozzallo: Sulsenti "cancellatore"

Per l’opposizione il sindaco ha avviato una "pulizia politica" Foto Corrierediragusa.it

Non si respira sicuramente un clima prenatalizio fra i componenti della maggioranza di palazzo La Pira e l’opposizione dei soliti partiti (da «Pozzallo Giovane» al «Partito Democratico», passando per il «Timone») che, da 14 mesi, hanno da ridire sulla politica amministrativa del sindaco Peppe Sulsenti (nella foto). Anche ieri, altri comunicati al vetriolo rimandano al mittente le accuse di «malgoverno» da una parte e di incapacità a leggere i numeri di un’amministrazione, dall’altra.

Per l’opposizione, "Sulsenti sembra aver avviato – è scritto in una nota - una sorta di «pulizia politica» contro tutti quelli che non si adeguano al suo volere. In un solo giorno, ha prima querelato l’addetto stampa del Comune e poi invitato a dimettersi il consigliere comunale Alessandro Maiolino. Entrambe le iniziative sono inopportune e la seconda anche intollerabile.

Sul trasferimento dell’addetto stampa del Comune si sono già pronunciati favorevolmente a quest’ultimo sia il giudice del lavoro che il collegio, per il ricorso avanzato dal Comune di Pozzallo e nell’attesa del pronunciamento sulla richiesta di merito, opportunità vorrebbe che non si mettessero in atto immotivate azioni di rappresaglia. Che dire poi dell’invito alle dimissioni lanciato da Sulsenti nei confronti del consigliere di opposizione, se non che si è passato ogni limite. Non tocca certamente a Sulsenti verificare le presenze in consiglio comunale, non ne ha alcuna competenza, perché è lo stesso organo che deve autoregolamentarsi. Non può il Sindaco immischiarsi nell’attività dei consiglieri comunali, siano essi di maggioranza o di opposizione, perché a lui – chiosa la nota - non devono dar conto di nulla".

L’amministrazione targata Sulsenti risponde ad un volantino fatto distribuire in città dove si accusa l’amministrazione comunale di «augurare un buon Natale di sole tasse». "L’Amministrazione Sulsenti – è scritto in una nota - continua nella sua strategia di rendere Pozzallo quale comune della provincia di Ragusa in cui si pagano meno tasse comunali. A noi i fatti agli altri le bugie e i falsi allarmi. Loro mentono sapendo di mentire: quanto riferito nel volantino non sono altro che elucubrazioni che non trovano riscontro in atti, specie per quanto riguarda la voce «spese di rappresentanza».

La parsimonia è la virtù alla quale è improntato l’agire di questa Amministrazione. Solo per dovere di cronaca i cittadini sappiano che il sindaco e gli assessori non hanno riscosso un solo centesimo di emolumenti loro spettanti. Anzi accade che in occasione di missioni, le spese vive vengono sostenute dal sindaco o dall’assessore in missione costretto a volte ad anticipare le somme del carburante. Quanto riferito può essere confermato dall’Ufficio Economato del comune".

Stoccata finale alle tante sigle che campeggiano a fine comunicato per quanto riguarda l’opposizione. "Il volantino è firmato da tante sigle di partiti e movimenti ma la rappresentanza politica in consiglio è solo di due consiglieri che nell’ultima seduta consiliare, per la deliberazione di ‘Storni e Impinguamenti’ hanno preferito abbandonare l’aula piuttosto che manifestare con la votazione il loro assenso o dissenso o la loro astensione".