Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 761
POZZALLO - 15/10/2008
Politica - Pozzallo - Il partito non ha più rappresentanti in consiglio

Pozzallo: Toscano lascia il Pd

Il consigliere si è dichiarato indipendente perchè non valorizzato Foto Corrierediragusa.it

Il Partito Democratico di Pozzallo non ha più rappresentanti in seno alla civica assise di palazzo La Pira. Dopo l’abbandono, infatti, del consigliere Fabrizio Floridia (che voci sempre più ricorrenti pare lo vogliano fra le fila del movimento politico «Idea di Centro»), anche l’altro consigliere comunale Salvatore Toscano (nella foto) abbandonerà il Partito Democratico.

"Confermo la mia uscita – dichiara Toscano - dal Partito Democratico di Pozzallo. Ritengo di non essere stato valorizzato abbastanza, a differenza di tanti altri, all’interno del partito, che hanno inseguito posti di potere piuttosto che fare delle azioni propositive per la collettività. Mai una riunione con il sottoscritto, mai una telefonata per ascoltare quello che potevo proporre. A conti fatti, sono stato indipendente già dal primo giorno del mio insediamento. Era inutile continuare con un partito che deve risolvere molti dei suoi problemi se vuole guardare al futuro con fiducia. A me non interessa fare dei «patti federativi» al fine di promuovere delle riunioni inutili. A me interessa risolvere i problemi ben più gravi che affliggono la città di Pozzallo. Il Partito Democratico è troppo vanesio, attualmente, per capire quali sono i reali problemi della collettività".

"Nessuna lite - assicura Toscano - con i vertici del partito provinciale. Sono state alcune scelte del recente passato, fra tutte quella di non scegliere la strada del dialogo con l’attuale amministrazione, che hanno posto in essere l’uscita dal partito da parte di Toscano. Da qui la scelta, così come ha fatto Floridia, di dichiararsi «indipendente», al fine di decidere autonomamente le sorti migliori per il comune di Pozzallo".

"Il progetto politico in essere – dichiara ancora Toscano - al momento della mia adesione alla Margherita, formazione politica di prima appartenenza, è stato definitivamente frustrato nella fase odierna, per fare posto a conflitti fratricidi, basati solo su contrasti personali. E non parliamo poi dell’accanimento contro l’attuale amministrazione sulla qualsiasi. Opposizione sì, ma con criterio. Non è più possibile, difatti, assistere passivamente alla mortificazione sistematica della volontà e dell’impegno di chi ha voglia di continuare a fare politica, non per fini personali ma per i cittadini".

Quale sarà il futuro politico di Salvatore Toscano? "Leggo sui giornali – rintuzza Toscano - che molti mi hanno già di fatto collocato nelle fila di «Idea di Centro». Nulla di più falso. Adesso, resto indipendente. Farò il consigliere comunale per altri tre anni e mezzo. Chi avrà voglia di avviare un dialogo costruttivo per il bene della città, troverà in me un ottimo alleato. Se poi questo movimento si chiama «Idea di centro» o con un altro nome, lo sapremo più avanti".

E a proposito di «Idea di centro», nella giornata di lunedì sera, si sono incontrati i vertici del movimento che fa capo all’onorevole Nino Minardo. Oltre a ribadire l’alleanza con l’attuale amministrazione targata Sulsenti, il movimento centrista ha nominato i tre coordinatori che guideranno il movimento verso le fasi congressuali e di confluenza al Pdl. I tre nominati sono: Carmelo Floridia, Salvatore Iozzia e Antonio Ammatuna.

Tutti gli esponenti dell’Mpa di Pozzallo, infine, si sono ritrovati, nella serata di lunedì scorso, presso la sede di Via Verdi. Diversi i punti trattati fra cui un bilancio dell’attività amministrativa a 16 mesi dal voto comunale. Si è discusso anche del convegno sul federalismo fiscale che, sabato prossimo, presso lo spazio cultura «Meno Assenza», vedrà protagonisti il sindaco Peppe Sulsenti, il deputato regionale Riccardo Minardo e il senatore dell’Mpa, Giovanni Pistorio. Presente alla riunione di lunedì sera anche il coordinatore provinciale del movimento autonomista, Pietro Barrera.