Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 744
POZZALLO - 24/05/2016
Politica - Si rischia di perdere 470 mila euro

Porto Pozzallo snobbato, Ragusa duro con Pistorio

Il deputato regionale non le manda a dire all’assessore regionale del suo partito Foto Corrierediragusa.it

"Inconcepibile, penalizzante, senza senso logico": così il deputato regionale Orazio Ragusa (foto) definisce la posizione del Governo regionale a proposito della mancata modifica della delibera che dovrebbe consentire di destinare 470 mila euro alla progettazione del porto di Pozzallo effettuata dal Genio civile di Ragusa e rispetto alla quale la Cgil sta protestando con un presidio d’aula a palazzo La Pira. «Non ci sono parole – dice l’on. Ragusa – per definire quanto sta accadendo. E non ho remore a criticare in maniera dura anche l’assessore regionale del mio partito, Giovanni Pistorio, che a Pozzallo, nelle scorse settimane, durante un convegno, aveva promesso che sarebbe intervenuto per sistemare le cose. Mi sembra assurdo quanto sta accadendo e soprattutto mortificante anche per l’attività che, tra mille difficoltà, avevo cercato di portare avanti e che sembra essersi bloccata dinanzi al classico muro di gomma. Ho parlato con lo stesso assessore, con il dirigente generale: tutti a parole dicono che interverranno ma i fatti dimostrano il contrario. E no, non siamo soddisfatti.

Anzi, siamo piuttosto arrabbiati perché non ci si può permettere di continuare a trattare così il nostro territorio. Bene, dunque, sta facendo chi protesta. E anche io sono pronto a unirmi a loro perché bisogna finirla con questo modo di penalizzare l’area iblea. Tutti sappiamo quanto il porto di Pozzallo sia fondamentale per la crescita e lo sviluppo. Ma nessuno vuole mettere in condizione questa infrastruttura di poter decollare, cosa che potrà accadere solo se avremo le carte in regola, e la progettazione di cui stiamo parlando è una tra queste, per potere intercettare i fondi europei. Ecco perché invitiamo, tra l’altro, l’assessore Pistorio a inserire le infrastrutture da realizzare per il porto di Pozzallo nel calderone del Patto per la Sicilia. E’ l’unica strada - conclude Ragusa -e per fare acquisire la dovuta competitività a questa importante realtà».