Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 759
POZZALLO - 04/03/2016
Politica - Il Pd fa chiarezza

Piano riequilibrio "congelato" e non bocciato a Pozzallo

L’opposizione avrebbe strumentalizzato la situazione sui social network Foto Corrierediragusa.it

«Il Piano di riequilibrio non è conforme ai contenuti di riferimento». La sezione di controllo della Corte dei conti ha «congelato il Piano di riequilibrio presentato dalla giunta guidata da Luigi Ammatuna anche perché non approvato nei termini dei 90 giorni previsti. Non è ancora una bocciatura perché l’amministrazione potrà opporsi entro 30 giorni e bisognerà poi attendere l’esito del ricorso che certamente il sindaco presenterà tramite i legali dell’ente. Solo a ricorso presentato e poi esaminato la sezione di controllo potrà dichiarare il dissesto dell’ente. Critiche dalle opposizioni soprattutto per quello che potrà succedere con il dissesto visto che il congelamento appare proprio l’anticamera. Il Pd in un documento fa la cronistoria del Piano di riequilibrio approvato a dicembre del 2014. Dice il Pd: «Al di là di errori di singoli amministratori, o di membri del Consiglio Comunale, il Pd ritiene che non deve essere lasciato niente di intentato pur di evitare il dissesto dell’Ente e di agire in termini politici ed amministrativi.Le sciagurate prese di posizione da parte di irresponsabili, non ci interessano.

Il Pd ha deciso governare la città sin dal dicembre 2014, conscio delle gravi problematiche che giacevano irrisolte e con una grave crisi economica- amministrativa in atto. Sarebbe stato più facile restare all’opposizione in attesa che lo sfascio cittadino arrivasse ai suoi massimi livelli e magari a farne le spese sarebbero stati tutti i cittadini. Invece dai primi mesi del 2015 abbiamo iniziato a proporre soluzioni sui tanti problemi che assillano la città ed in parte qualche risultato lo abbiamo conseguito. Ed in ogni caso non si abbandona la nave quando il mare è in tempesta.

Invece i social network, da parte di alcuni esponenti dell’opposizione, sono stati usati per denigrare la città e le sue istituzioni, come pure forme di ostruzionismo in tutti i consessi comunali. L’irresponsabilità come attività politica». Il Pd si è detto pronto a sostenere l’amministrazione per evitare il dissesto.

Nella foto il municipio