Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 944
POZZALLO - 10/01/2015
Politica - Commissariamento dell’ente

Arriva il commissario ad acta a Pozzallo

Il commissario che varcherà la porta di palazzo La Pira nei prossimi giorni si chiama Nicolò Lauricella Foto Corrierediragusa.it

Arriva il commissario ad acta per far quadrare i conti di palazzo La Pira (foto). L’ex assessore regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, Marcella Castronovo, ha, difatti, nominato con apposito decreto un commissario che si sostituirà alla Civica Assise a seguito della mancata approvazione dei rispettivi bilanci di previsione 2014. L´atto in questione è il n. 457 dello scorso fine novembre, quando la Castronovo era ancora in carica. Il commissario che varcherà la porta di palazzo La Pira nei prossimi giorni si chiama Nicolò Lauricella, un recente passato trascorso fra le stanze di diversi enti comunali siciliani nel tentativo di portare a termine il lavoro che sindaci e consiglieri comunali non hanno concluso in maniera ottimale. Il Comune di Pozzallo, nella fattispecie, risulterebbe «inadempiente» rispetto al termine fissato per le deliberazioni dei bilanci di previsione 2014.

Del possibile commissariamento dell´ente comunale si è parlato anche nel corso della seduta d´Aula di giovedì sera quando era atteso da tutti il parere dei Revisori dei Conti. Aperta la seduta, però, i presenti sono rimasti tutti con l´amaro in bocca. Nessun parere, difatti, è stato ancora inoltrato da parte del Collegio dei Revisori. Ergo, la seduta è stata rinviata a giorno 15 gennaio. "Ho sentito il presidente del Collegio. Mancherebbe ancora qualche documento che è stato chiesto per poter dare il parere - ha spiegato in aula il presidente Zocco Pisana - Il consiglio ora, però, non è nelle condizioni di poter votare il bilancio e l’aggiornamento della seduta è necessario. Ora esigo che gli atti siano portati subito". E´ il secondo rinvio dopo quello dello scorso 30 dicembre.

Un ritardo che annuncia tempi nefasti per il sindaco Luigi Ammatuna e la sua Giunta. A conti fatti, lo slittamento del voto in aula equivale a blindare le casse comunali con introiti certi per l´anno appena concluso. Manca all´appello, da quanto trapela, circa un milione e 900 mila euro circa per far quadrare i conti. Soldi su cui il commissario ad acta dovrà «indagare» nei prossimi mesi, con l´ausilio della Civica Assise. Con un solo obiettivo da raggiungere, così come palesato in aula dagli amministratori dell´ente: evitare il dissesto, con l´aggravio di un possibile sciogliemento del Consiglio comunale.


commissario
11/01/2015 | 10.59.17
Franco

Ci sono troppi impiegati comunali .
Se non si mandano a casa almeno i parassiti ,Pozzallo resterà per sempre indebitato