Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1147
POZZALLO - 10/06/2008
Politica - Pozzallo - Continua il «botta e risposta» politico

Mpa contro Pd: Ammatuna boccia comportamento astioso

Il dialogo è ormai solo pura utopia Foto Corrierediragusa.it

Continua il «botta e risposta» politico fra l’Mpa di Pozzallo e il Partito Democratico. L’ultimo, in ordine di tempo, a ribattere alle parole che il Movimento per l’Autonomia pozzallese aveva espresso due giorni fa, è il segretario pozzallese del partito veltroniano, Ennio Ammatuna (nella foto), il quale bolla come «astioso e disprezzante» il comportamento della stessa maggioranza consiliare.

<< Mai domi ? si legge nella nota - dopo aver surclassato i cittadini di tasse, dopo l’errore pacchiano dell’Irpef, che ha inficiato il bilancio, come ha fatto sapere il ministero dell’economia; dopo la traversie del Prg, che ci costeranno in termini di danari e progettualità, dopo aver innalzato ogni ticket possibile ed immaginabile, con le delibere in «toto» revocate per la rivolta dei cittadini, si permettono pure di dire che il dialogo si interrompe e che si vuole destabilizzare la maggioranza.

Se non esiste neppure il dialogo al loro interno; se per ogni votazione in consiglio chiedono una sospensione per una precedente mancanza di raccordo; se un consigliere di maggioranza si è già dichiarato indipendente e si parla di rimpasto dopo neppure un anno di governo; se il gesto di non presentarsi arbitrariamente, di fronte a temi decisivi, per tre consigli comunali di fila, non raggiungendo il numero legale per la seduta, come possono sperare di avere un dialogo con i movimenti di opposizione? >>.

Ammatuna ammonisce l’amministrazione anche sul ruolo «imparziale» del presidente dei revisori dei conti: << Si tira in ballo una carica ? dice Ammatuna - quella del presidente dei revisori dei conti (Bartolo Melilli, ndr), imparziale, non riuscendo neppure a comprendere un voto sfavorevole alla delibera, dimenticando forse gli emendamenti al bilancio presentati dalla minoranza e puntualmente bocciati >>.


LE PRIME "AVVISAGLIE" DI MAL DI PANCIA

L’opposizione accusa, la maggioranza risponde. Non si può, certo, definire idillico il rapporto fra l’attuale amministrazione pozzallese del sindaco Peppe Sulsenti e i vari esponenti della minoranza, in consiglio.

Questi ultimi hanno diffuso un comunicato stampa, dove, usando l’arma dell’ironia, ringraziavano il sindaco di Pozzallo per aver presentato in ritardo ed in maniera errata il bilancio preventivo 2007, bocciato dall’Ministero dell’Economia.

<< L’aumento ? si legge nel volantino a firma Partito Democratico, Il Timone, Noi per Pozzallo, Vivere per Pozzallo e Pozzallo Giovane ? per l’addizione Irpef per il 2007 è illegittimo, con il risultato che i cittadini non hanno pagato l’aumento del tributo per quell’anno. In questo modo, alle casse comunali vengono a mancare quasi 60 mila euro di entrate, da conteggiare nel bilancio consuntivo 2007 in fase di redazione, l’equivalente di quanto hanno risparmiato i cittadini grazie all’incapacità di questa amministrazione comunale. Appare chiaro ? chiude la nota ? che il caos regna sovrano all’interno dell’amministrazione comunale e che le idee del Sindaco delle tasse sono poche e ben confuse >>.

Giunge in tarda serata la replica dell’Mpa di Pozzallo, il quale non gradisce la presa di posizione della minoranza: << Vanno avanti ? è scritto in una nota a firma Mpa ? in maniera scriteriata, senza capire neanche quello che scrivono. Se colpa c’è stata, è da addebitarsi al Revisore dei Conti, il quale ha indotto in errore il gruppo di minoranza, in consiglio. L’opposizione, invece di collaborare, istiga alla delinquenza delle false bugie. Voglio ricordare ai cittadini e anche agli stessi esponenti della minoranza che rimaniamo la città della provincia di Ragusa in cui i servizi si pagano meno ? dice Sulsenti ? per i ticket scolastici, Irpef e Tarsu >>.

Nella stessa nota, l’Mpa chiude definitivamente i ponti del dialogo con l’opposizione, rea, a suo dire, di non voler collaborare per la collettività. << La minoranza ? chiosa la nota - ha seriamente stancato. Hanno allucinazioni dettate da crisi di potere. ? chiaro l’intento che la minoranza ha in mente: destabilizzare questa amministrazione. A loro diciamo: è fatica sprecata. Pensate di più al bene del paese che a perdere tempo >>.