Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 732
POZZALLO - 25/11/2013
Politica - Situazione critica per il comune marinaro

Troppi debiti: giunta Ammatuna in ginocchio

Anche la Civica Assise ha certificato gli otto milioni di debiti fuori bilancio Foto Corrierediragusa.it

La giunta Ammatuna è in ginocchio, economicamente parlando. Anche la Civica Assise ha certificato gli otto milioni di debiti fuori bilancio nel corso dell´ultima riunione consiliare, a palazzo La Pira. I voti di Psi e Pozzallo Giovane (sette voti) hanno messo all´angolo i 4 consiglieri comunali astenuti, alcuni dei quali avevano proposto in aula di posticipare la votazione in attesa di maggiori chiarimenti sulla situazione economica dell´Ente. Nulla da fare per questi ultimi. Sarà dunque il preventivo 2013 a sancire l´eventuale ingresso del Comune nella schiera degli enti in dissesto finanziario. In aula, è stato ribadito come, a gravare sulla situazione finanziaria, ci siano anche altri otto milioni di euro di «buco» per un totale di 16 milioni di euro circa. Va considerata altresì l´esigua liquidità di cassa, che nell´immediatezza potrebbe non garantire nemmeno la solvibilità dei servizi più essenziali, e comunque impedisce qualsiasi libertà di manovra nello sviluppare anche minime politiche progettuali. Da queste considerazioni emergono le prime divisioni in Giunta: tra chi preferirebbe inchiodare le gestioni passate alle responsabilità del disastro economico e chi tenta, ad ogni costo, una strada per amministrare ancora. Il sindaco Luigi Ammatuna e l´assessore al Bilancio, Francesco Gugliotta, avranno il loro bel da fare nel tentativo di far quadrare i conti e salvare il salvabile.

Particolarità, su venti consiglieri aventi diritto al voto, hanno espresso una propria preferenza in undici. Un dato sempre più da rimarcare, visto che molti consiglieri comunali non si presentano per i lavori d´Aula, alcuni dei quali giustificano la propria assenza per impegni di lavoro o malattie dell´ultima ora. Nel contempo Sinistra Ecologia e Libertà lancia un appello alla cittadinanza affinché si faccia luce, nonostante non giunga alcuna dichiarazione ufficiale da palazzo La Pira, sui tanti debiti accumulati dall´ente comunale. "Sono emerse – è scritto in un comunicato - preoccupanti voragini in termini di squilibrio tra entrate certe ed esigibili e uscite altrettanto certe e comunque da onorare rispetto a creditori, fornitori, operatori, lavoratori. Nella fase cruciale nell´approvazione del Bilancio Preventivo 2013 intendiamo riaffermare che l´idea del Bilancio Partecipato va estesa ai cittadini e non solo ai cosiddetti « addetti ai lavori». La riduzione dei trasferimenti al Comune da Stato e Regione certamente ha pesato e pesa sul Bilancio, ma non può essere l´esclusiva scusante per cercare maldestramente di mettere tra parentesi sprechi, cattiva amministrazione, clientelismo che nel passato più o meno recente hanno condizionato negativamente la politica finanziaria dell´Ente comune".

Nella foto palazzo La Pira, sede del comune di Pozzallo