Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 762
POZZALLO - 30/09/2013
Politica - Debiti imputati alle precedenti amministrazioni

Approvato conto consuntivo 2012 a Pozzallo

E’ stato il vicesindaco e assessore al Bilancio, Francesco Gugliotta, a tracciare le linee guida per il risanamento dell’Ente

E´ stato approvato il Consuntivo 2012 a palazzo La Pira. E´ stato il vicesindaco e assessore al Bilancio, Francesco Gugliotta, a tracciare le linee guida per il risanamento dell´Ente, mettendo in evidenza come le casse del Comune siano davvero vuote. La colpa, secondo lo stesso Gugliotta, sarebbe da addebitare alle precedenti amministrazioni, "quelle degli ultimi 25 anni – ha detto Gugliotta in aula - Questa amministrazione é chiamata a gestire ed approvare un bilancio pesante. Oggi la Corte dei Conti guarda con molta più attenzione i bilanci delle amministrazioni facendo le proprie osservazioni rispetto alle quali noi dobbiamo dare conto e ragione, mettendo in evidenza criticità che vanno risolte". E se si pensa che la Regione continua a tagliare i fondi da destinare agli Enti comunali, ecco che il quadro della situazione appare decisamente poco idilliaco.

Tagliati tutti i residui attivi non più esigibili, da verificare tutti i debiti fuori bilancio del Comune al fine di far quadrare i conti. Gli stessi sono in diminuzione e questo dimostra un’inversione di tendenza rispetto al passato. L´Approvazione del consuntivo 2012, secondo Gugliotta, rappresenta un ulteriore atto di buona amministrazione e in controtendenza alla dissennata precedente gestione. Il documento presentato dall´assessore Gugliotta fotografa esattamente la gestione dell´ultimo anno e "rappresenta il cambio di rotta che l´Amministrazione Ammatuna – ha concluso Gugliotta - ha dato da quando si è insediata ad oggi".

Ultimo scoglio da superare, il piano di riequilibrio da portare sui tavoli della Corte dei Conti. Per Gugliotta, lo spartiacque per decidere se dichiarare il dissesto finanziario o continuare a sperare.

Passati alla votazione, Ammatuna riesce a superare l´ennesimo ostacolo con 7 voti a favore, 4 astenuti e 2 contrari allo strumento finanziario presentato in Aula. I due contrari portano la firma di Ignazio Ruffino e Francesco Ammatuna. Proprio quest´ultimo, esponente del partito Democratico, ha ribadito come occorra un cambio di marcia per poter tornare nuovamente a galla. Qualora il sindaco Luigi Ammatuna lo voglia, il Partito Democratico potrebbe esaminare una proposta di collaborazione amministrativa.