Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 684
POZZALLO - 19/09/2013
Politica - Proficua seduta della civica assise

Mensa scolastica al centro del consiglio comunale

Si è discusso pure del regolamento della polizia mortuaria

Seduta di Civica assise nella serata di martedì. Mensa scolastica, la cooperativa «Genesi» e il regolamento di polizia mortuaria, fra gli argomenti più attesi. Per la mensa scolastica, il vicesindaco Francesco Gugliotta ha garantito un bando di gara con le ditte che non potranno essere ubicate oltre i venti chilometri dalla cittadina. In passato, i pasti giungevano in città anche da fuori provincia, causando malcontenti e una serie infinita di polemiche. All´interrogazione proposta dal consigliere Ninella Azzarelli, Gugliotta ha inoltre ribadito che la problematica relativa agli assistenti all’igiene personale è reale. "Noi siamo notevolmente in ritardo – ha detto Gugliotta - rispetto a questa questione. Nel più breve tempo possibile dovremo trovare questa importante figura che sarà a carico del Comune di Pozzallo".

Cooperativa «Genesi». La cooperativa garantisce i servizi di assistenza domiciliare agli anziani ed i servizi in favore dei disabili ma a diversi dipendenti della cooperativa hanno decurtato il monte orario. Il vice sindaco Francesco Gugliotta ha spiegato che "la riduzione – ha detto - del monte ore del servizio è del 20% ed era prevista anche dalla convenzione stipulata con la cooperativa. Non abbiamo effettuato una riduzione solo sui servizi sociali ma stiamo effettuando tagli in tutti gli ambiti".

E´ stata modificato, infine, l´articolo 39 del regolamento di polizia mortuaria. I non residenti potranno essere tumulati nel cimitero comunale. Tagli per i gettoni di presenza dei consiglieri comunali e all’indennità del presidente della Civica Assise. Oltre alla decurtazione del 10% previsto per legge, il consiglio comunale ha deliberato un ulteriore taglio del 25%, così come avvenuto anche per gli amministratori.