Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:40 - Lettori online 1369
POZZALLO - 15/06/2013
Politica - Dopo la fuoriuscita di Sel dalla giunta

E´ gia "vecchia" la nuova giunta del sindaco di Pozzallo

Saranno ancora Rossella Smarrocchio, Marco Sudano e Francesco Gugliotta i tre assessori in carica

Tutto cambi perchè nulla cambi. Bisogna prendere a prestito la famosa massima di Tomasi di Lampedusa per dare un´idea di quella che è stata la conferenza stampa in merito alla fuoriuscita di Sel dalla giunta comunale targata Luigi Ammatuna. Chi si aspettava volti e nomi nuovi, dopo l´azzeramento della giunta comunale, si è dovuto ricredere. Saranno ancora Rossella Smarrocchio, Marco Sudano e Francesco Gugliotta i tre assessori in carica. Il solo ex oramai assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Colombo, è stato messo definitivamente alla porta. Con lui, anche i consiglieri comunali, con la maggioranza consiliare che si ritrova in minoranza, e l´opposizione che, da oggi, è rappresentata da dodici consiglieri su venti. "Siamo aperti al dialogo – dice Luigi Ammatuna – e se il partito di Sel vorrà tornare indietro sui propri passi, c´è la possibilità che si possa riconsiderare il tutto. Restiamo a disposizione di tutte quelle forze politiche che vogliono il bene della città di Pozzallo".

Si infervora il sindaco, però, quando si parla dell´anno appena trascorso e dei dissapori che Sinistra Ecologia e Libertà avrebbe creato in seno alla giunta. Non ultimo, l´ubicazione di 50 bancarelle sul lungomare Pietrenere per la festa di Sel laddove era impossibile ubicare le suddette bancarelle. Da quegli eventi della scorsa estate fino al Piano Integrato di recente discussione, l´alleanza è stata sempre difficile da gestire, fino al punto di rottura. "Ricompattarsi con Sel? - dice ancora Ammatuna – Non sarò certamente io il primo a alzare la cornetta del telefono e chiamarli".

Ammatuna ha riferito che l´assessorato ai Lavori Pubblici, da ieri, è di propria competenza. Smarrocchio, Sudano e Gugliotta rimarranno con le proprie rispettive deleghe assessoriali.

Per il Piano Integrato, Ammatuna ha riferito che se il legale interpellato dirà che il Piano non è conforme ai crismi della legalità, il suddetto Piano sarà immediatamente cestinato.

L´occasione è servita anche all´assessore all´Ecologia, Francesco Gugliotta, per fare il punto sulla perdita della «Bandiera Blu». L´assessore ha dichiarato, mostrando un documento ufficiale della Fee, che, se di colpa si tratta, non è da addebitare alla sua persona. Il poco lusinghiero 3,5%, a fronte di un 15% richiesto dalla Fee, non è attestabile alla gestione dell´attuale vicesindaco. Nulla, invece, è stato detto sulla «gaffe» dell´assessore Francesco Gugliotta quando lo stesso garantì, nel corso di una Civica Assise di qualche mese addietro, la «Bandiera Blu» per quest´anno, salvo poi ricredersi, dati alla mano.

Nei locali del «Meno Assenza», anche l´assessore ai Servizi Sociali, Smarrocchio, e il segretario di Pozzallo Giovane, Giorgio Scarso. Entrambi si sono detti entusiasti di voler proseguire il cammino intrapreso dal sindaco Ammatuna.

Dopo solo un anno di Amministrazione, Ammatuna si ritrova con otto consiglieri comunali al suo fianco e dodici contro. Pronto alle dimissioni pare sia proprio il presidente della Civica Assise, Gianluca Floridia, esponente Sel di spicco in città, e profondo assertore della politica adottata dai suoi nel corso dell´ultimo anno. Alquanto «critica» è la posizione del figlio del sindaco, Ennio Ammatuna, candidato proprio con Sel alle scorse regionali. Floridia ed Ennio Ammatuna, in questi giorni, non hanno rilasciato pubbliche dichiarazioni. Ma appare chiaro come Sel voglia chiudere ogni discorso con l´attuale sindaco e se non saranno rispettate le nuove direttive, si annunciano nuovi colpi di scena.