Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 976
POZZALLO - 07/06/2012
Politica - Nasce l’asse Luigi Ammatuna-Roberto Ammatuna-Peppe Sulsenti

I 2 Ammatuna e l´ex sindaco Sulsenti insieme per il porto di Pozzallo

Il sindaco e i due ex sindaci di Pozzallo hanno finalmente messo da parte orgoglio e pregiudizio e sinergicamente stanno lavorando per accellerare l’iter procedurale al fine di non perdere il finanziamento di 40 milioni di euro per il porto Foto Corrierediragusa.it

Nasce l´asse Luigi Ammatuna-Roberto Ammatuna-Peppe Sulsenti per il porto di Pozzallo (foto). Il sindaco e i due ex sindaci di Pozzallo hanno finalmente messo da parte orgoglio e pregiudizio e sinergicamente stanno lavorando per accellerare l´iter procedurale al fine di non perdere il finanziamento di 40 milioni di euro per il porto. Ne è prova la riunione che si è tenuta, ieri mattina, a Palermo dei tre esponenti politici prima negli uffici dell´assessorato Territorio e Ambiente – Sezione Urbanistica (presenti Luigi Ammatuna e Peppe Sulsenti) e dopo presso i locali del parlamento siciliano (presenti Luigi Ammatuna e Roberto Ammatuna).

Durante il primo incontro, assieme ai funzionari responsabili dell´assessorato, si è pianificato un periodo di quindici giorni, conclusi i quali il sindaco dovrà avere nelle sue mani il progetto urbanistico della messa in sicurezza del porto. Successivamente, su iniziativa del vice-presidente della quarta commissione legislativa all´Ars, Roberto Ammatuna, si è svolta una audizione sulle problematiche relative alla messa in sicurezza del porto di Pozzallo. Saranno spesi 130 milioni di euro, di cui 90 grazie ad alcuni privati che completeranno i lavori della struttura portuale.

Una volta ottenuto il visto dell’assessorato Territorio e Ambiente, poi, il progetto dovrà essere visionato dai funzionari dell´assessorato ai Lavori Pubblici per l’approvazione definitiva dello stesso, la preparazione del bando e l´indizione della relativa gara.

"Nel corso della seduta – ha detto Roberto Ammatuna - è stato affrontata la problematica del progetto per la messa in sicurezza del porto. Da parte della Regione sono stati lamentati ritardi nell’iter progettuale. Ho fatto rilevare che gli anni di ritardo erano da addebitare prima di tutto alla Regione e poi, in misura inferiore, al comune di Pozzallo. In ogni caso, il dottor Gelardi ha dichiarato che il parere urbanistico, ultimo atto del progetto preliminare, sarebbe stato esitato tra due settimane. Dopo anni di ritardi, si instaura un clima di grande collaborazione tra sindaco e deputato regionale che può far ottenere risultati concreti per la città di Pozzallo".

I 40 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione tramite un bando europeo sono (salvo imprevisti dell´ultima ora) un fatto certo. Il rischio era di perderli se le parti in causa non avessero presentato in tempo un progetto valido. Grazie a questa missione «palermitana» estremamente positiva, il futuro che si delinea per il porto è roseo. Se a questo aggiungiamo l’esito positivo relativo alla stazione passeggeri i cui fondi, 2 milioni di euro, sono stati recuperati in tempo utile, si può veramente parlare di risultati importanti ottenuti per l’infrastruttura che rappresenta una notevole opportunità di sviluppo economico e di crescita sociale.

A margine degli incontri, con la presenza del comandante Andrea Tassara della Capitaneria di Porto, in attesa dell’autorizzazione del Genio Civile sul progetto di 190 mila euro, finanziato dall’Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici e riguardante il dragaggio del porto piccolo, è stata autorizzata la somma di 20 mila euro per la costruzione di un canale di ingresso al porto piccolo, per qualsiasi caso di emergenza. Il comandante della capitaneria di porto, Andrea Tassara, si è impegnato a fare avere tale richiesta gia nella giornata di oggi.

"Felice per la missione positiva – dice il sindaco Luigi Ammatuna – Finalmente, si è vista in campo una sinergia istituzionale che può solo far bene alla nostra comunità. Siamo solo all´inizio di un lungo lavoro, ma si sono fissati i paletti per poter procedere nel migliore dei modi. Il bando uscirà verosimilmente, se tutto procede liscio, a fine anno. La posa per la prima pietra per i lavori al porto, nel 2013. Ritrovata sinergia fra ex sindaci e sindaco? Quando c´è da lavorare per il bene di Pozzallo, non c´è alcun muro da innalzare. Pozzallo deve recuperare il tempo perso e soprattutto non deve perdere i finanziamenti che spettano alla nostra comunità. In ballo ci sono benessere per gli operatori portuali e occupazione per tanti giovani che, ad oggi, attendono risposte serie dalla politica".