Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 907
POZZALLO - 25/09/2007
Politica - Pozzallo - In arrivo i biglietti d’ingresso per visitare il monumento

Approvato contratto di gestione
Dubbi sulla Torre Cabrera

Gli oneri al comune che percepirebbe solo il 30% degli introiti Foto Corrierediragusa.it

Proficua seduta del consiglio comunale. A passare con voto della maggioranza il bilancio consuntivo ?06-?07 e il contratto stipulato con la Sovrintendenza ai beni culturali per la nuova gestione della Torre Cabrera. Il voto favorevole porterà all’ammissione del ticket d’ingresso al monumento, con i proventi che solo in parte però andranno all’amministrazione comunale.

Un contratto, quello stilato dalla Segreteria generale del Comune, e votato solo dai consiglieri di maggioranza che però non convince poiché chiederebbe all’amministrazione di accollarsi la gestione ordinaria e straordinaria del monumento storico percependo però solo il 30 per cento di ogni biglietto.

Un biglietto da cui sarebbero esclusi i minorenni, le scolaresche e gli over 65. Dunque ad un introito minimo potrebbe corrispondere una spesa eccessiva per le casse comunali con l’amministrazione chiamata a pagare il servizio di energia elettrica, la pulizia e la manutenzione del monumento. Gran parte dell’introito dei biglietti finirebbe nelle casse della Sovrintendenza.

Un contratto che farà discutere, contro il quale in ipotesi il sindaco Sulsenti potrebbe obiettare rifiutandosi di accettarlo, ma allo stesso tempo opponendosi alla sua stessa maggioranza.

Votato anche il punto relativo alla suddivisione delle spese, tra il comune di Chiaramonte e quello di Pozzallo, per gli oneri professionali del segretario generale Giampiero Bella. Bella così suddividerebbe il proprio orario di lavoro tra Chiaramonte e Pozzallo, pagato in percentuale tra i due enti che risparmierebbero di fatto, con un’apposita aggiunta contrattuale.

Ad animare la seduta anche un’interrogazione consigliare presentata da Sinistra Democratica e Pozzallo Giovane, e sottoscritta anche da Rifondazione comunista, dalla Camera del lavoro, dal circolo «Don Puglisi-Impastato» e dalla Bottega Solidale di Pozzallo. sul tema della privatizzazione dell’acqua. E Sulsenti presente in aula, giustificando l’assenza alla conferenza dei sindaci, avrebbe dato la propria disponibilità a votare contro la privatizzazione dicendosi sempre a favore dell’acqua pubblica.