Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 926
POZZALLO - 13/02/2012
Politica - Le primarie interne al partito Democratico: trionfa l’ex sindaco

Primarie, Roberto Ammatuna "straccia" Asta e Agosta

Sulla spinta di 1756 voti, difatti, l’attuale deputato regionale all’Ars ha battuto i due concorrenti, Pino Asta e Uccio Agosta

"Sono mille e 756 le preferenze accreditate a Roberto Ammatuna, Asta si ferma a 793 voti, Agosta a 225". Quando, a notte inoltrata, il segretario comunale del partito Democratico, Francesco Ammatuna, fornisce i dati ufficiali delle primarie interne al partito, tutti accorrono attorno al deputato regionale del Pd per congratularsi. Ammatuna vince a mani basse contro i due sfidanti Pino Asta e Uccio Agosta. Un distacco di quasi mille preferenze sul secondo testimoniano quanta voglia avessero gli iscritti al partito e i tanti simpatizzanti che hanno votato, di vedere nuovamente Roberto Ammatuna scendere in campo per il futuro della città.

"Un risultato straordinario – ha commentato l´ex sindaco – che conferma il taglio netto dei cittadini pozzallesi con la politica che ha governato questa città per cinque anni. Bisogna guardare adesso al futuro e governare questa città per ritornare ai fasti della politica di un quinquennio addietro".

Attorno a questo risultato, il partito Democratico lavorerà adesso per ampliare la coalizione esistente, cercando di coinvolgere nel progetto di rinascita della città le migliore intelligenze e le forze sane che vogliono condividerlo. "Sono felice per la stima, per il calore, per l’affetto che mi hanno manifestato i miei concittadini in occasione delle primarie – afferma Roberto Ammatuna – attestati che mi danno una grande carica per affrontare la sfida che mi attende per le prossime elezioni amministrative. Un ringraziamento va agli altri due partecipanti alle primarie che, pur in un contesto di sfida vera, hanno sempre mantenuto il confronto entro i canoni della giusta signorilità".

Asta e Agosta hanno già aderito al progetto politico di Ammatuna e promettono un appoggio leale alla causa dell´ex sindaco. Nei prossimi giorni, verrà convocata una conferenza stampa dove Ammatuna, Asta e Agosta tracceranno le linee guida su cui lavorare per i prossimi cinque anni, in caso di vittoria.

"Da questa prova – dichiara il segretario provinciale Salvo Zago – esce confermata la validità dell’istituto delle primarie, che rimangono uno strumento importante quando non si riesce in altro modo a convergere su una candidatura unitaria e condivisa. Un grazie va a tutti e tre i concorrenti che hanno dato vita alla competizione, al partito Democratico e alle liste civiche rappresentate dai candidati Asta e Agosta, unitamente a quanti ben 2.803 tra iscritti, simpatizzanti, elettori, uomini e donne, giovani, adulti, anziani, che si sono recati al voto. Naturalmente anche gli auguri per un ulteriore ampliamento della coalizione a sostegno di Roberto Ammatuna, che riuscirà ancor più a coinvolgere forze moderate, liste civiche, movimenti, associazioni e personalità della società civile. E ciò per assicurare alle amministrative di maggio il successo di questa coalizione che si propone come alternativa alla giunta uscente per il rilancio di Pozzallo, sull’orlo di un disastroso dissesto economico e finanziario, oltre che politico".

Da registrare, l´alta affluenza di molti "under 18" (il voto era aperto anche a chi ha compiuto 16 o 17 anni), molti dei quali non andranno a votare alle amministrative di maggio.

Ammatuna è il quinto nome, in ordine cronologico, a candidarsi alla successione di Peppe Sulsenti, dopo Luigi Ammatuna, Emanuele Pediliggieri, Raffaele Monte, Gianluca Manenti. Fra tutti i partiti, è in «stand-by» il Pdl di Pozzallo, il quale non ha ancora sciolto le riserve se candidare un proprio iscritto o scegliere la strada delle alleanze.


13/02/2012 | 23.35.17
Mandingo

Mischinu............feste,manifesti,adunate,rose,OMAGGI.....per la fine di calamaru......e per usare il suo linguaggio da pitarru.......ancora nu na finitu.