Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 707
POZZALLO - 13/02/2012
Politica - Il Pdl è il benvenuto per il candidato a sindaco

Pediliggeri non chiude le porte a nessuno

Appello accorato alle forze moderate e di centrodestra

"Io non chiudo le porte a nessuno. Tantomeno al Pdl sia del deputato al Parlamento Nino Minardo sia al deputato regionale Innocenzo Leontini. L´Onorevole Nino Minardo ha detto che non vuole fare alcun accordo col sottoscritto? Non so cosa voglia fare Minardo, ma io lo aspetto, anche se la mia pazienza ha, comunque, un limite ".

Presentando la sua candidatura a sindaco, Emanuele Pediliggieri lancia un appello accorato alle forze moderate e di centrodestra, dopo aver incassato l´adesione dell´Mpa dell´attuale sindaco Peppe Sulsenti, del Pid – Cantiere Popolare Pozzallo dell´assessore comunale Uccio Vindigni, del Pri del coordinatore provinciale Gino Calvo e dell´ex assessore comunale Angelo Avveduto della lista civica Movimento Libero. Con Grande Sud e Udc su altri fronti, l´unico partito che ancora deve sciogliere le riserve è proprio il Pdl. Nelle scorse settimane, il deputato nazionale Nino Minardo aveva chiuso ogni possibile trattativa con l´ex vicesindaco ed ex assessore comunale della giunta Ammatuna.

Pediliggieri ha parlato 25 minuti, ricordando come porto, turismo, occupazione, insieme a diversi progetti per riqualificare la città di Pozzallo siano nel suo programma elettorale, "un programma – ha detto Pediliggieri – figlio di una seria interlocuzione col sindaco Sulsenti, al quale auguro di lavorare in sinergia quando sarà eletto deputato regionale alle prossime elezioni per palazzo d´Orleans. E´, difatti, mancato proprio questo a Pozzallo, negli ultimi anni: un deputato regionale pozzallese che doveva precipuamente fare il bene di questo territorio, cosa che non è successa. Se Roberto Ammatuna dovesse vincere le primarie? Rispetto per tutti, ma non ho paura di nessuno".

Questo primo incontro con i pozzallesi, coordinato dal vicesindaco Attilio Sigona, non ha avuto una valenza politica. Nei manifesti, difatti, per volontà dello stesso Pediliggieri, mancavano i simboli dei partiti. Si è soprattutto parlato di sviluppo. "Fra qualche giorno – assicura il sindaco Sulsenti – verranno firmati i documenti in cui il Comune di Pozzallo sarà definitivamente stazione appaltante del porto. Saremo noi a decidere del futuro del porto, e voglio vedere chi avrà il coraggio di appropriarsi dei meriti di questa notizia epocale per la città di Pozzallo. Non abbiamo detto niente a nessuno e ci sono circa trenta operatori portuali, a carattere nazionale, che hanno chiesto di poter operare a Pozzallo. Figuriamoci - ha concluso Sulsenti - quando la notizia sarà divulgata in ogni suo dettaglio ".