Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 688
POZZALLO - 09/01/2012
Politica - L’ufficializzazione della data a breve

Primarie a Pozzallo: 12 febbraio "Giorno X" per Pd e liste

Fino ad oggi, invece, si conosce il fatto che saranno solo Roberto Ammatuna e Pino Asta i contendenti alla disputa elettorale

Sarà con ogni probabilità il 12 febbraio il giorno delle primarie fra il Partito Democratico e le tre liste civiche Obiettivo Pozzallo, il Timone e Torredamare. Fino ad oggi, invece, si conosce il fatto che saranno solo Roberto Ammatuna e Pino Asta i contendenti alla disputa elettorale. Sebbene Ammatuna ed Asta «ascoltino» la volontà di altri esponenti a voler entrare all’interno della disputa, saranno verosimilmente l’ex sindaco di Pozzallo e l’attuale consigliere comunale di opposizione a «duellare» per la seconda domenica di febbraio.

Si aspetterà, comunque, ancora qualche altro giorno prima di ufficializzare definitivamente i due nominativi per le primarie. Ambizioso il progetto della coalizione di centrosinistra. Fra i diversi punti, spicca la riqualificazione del quartiere Raganzino, cinque anni dopo i due lustri amministrativi targati Roberto Ammatuna quando, in veste da sindaco, davvero poco fu realizzato dall’attuale deputato regionale del Pd per il popoloso quartiere. Lodevoli gli altri punti in programma quali la costruzione e manutenzione delle strutture sportive, ricreative e culturali e una accelerazione e conseguente ultimazione dell’iter che porterà al completamento della struttura portuale.

Turismo, commercio, tributi comunali da «rivedere», puntando all’eliminazione di sprechi ed «errate bollettazioni» per la questione idrica, oltre alla definitiva approvazione del Prg (altra nota dolente dei dieci anni di Roberto Ammatuna quand’era sindaco) e ad una riorganizzazione del comando di polizia municipale. "La coalizione, così come costituita – è scritto in una nota a firma delle quattro sigle partitiche - è pronta ad accogliere altre forze politiche, alcune delle quali hanno già di fatto manifestato grande interesse a dare il loro contributo per la realizzazione del programma amministrativo".