Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 929
POZZALLO - 07/01/2012
Politica - Assume la delega assessoriale al Turismo

Nino Condorelli aderisce al Partito Repubblicano

Lascia la lista civica di Angelo Avveduto, "Movimento Libero"
Foto CorrierediRagusa.it

Nino Condorelli (foto) aderisce al Partito Repubblicano, assume la delega assessoriale al Turismo (oltre a quella già in suo possesso, allo Sport) e apre nuovi scenari per la giunta in vista delle amministrative di fine maggio. Così facendo, Condorelli lascia la lista civica di Angelo Avveduto, "Movimento Libero", dopo esservi entrato nel maggio 2010, quando il sindaco Peppe Sulsenti lo investì delle cariche assessoriali riguardanti lo sport, il turismo, lo spettacolo e la polizia municipale. Ieri ufficializzazione del passaggio nel Pri alla presenza di Sulsenti e del segretario regionale del partito dell´Edera Gino Calvo. Tre i principali argomenti trattati.

Il turismo, che deve necessariamente partire dalle infrastrutture che la provincia di Ragusa ha in dote. Il porto di Pozzallo e l´aeroporto di Comiso (quando sarà fruibile a tutti) rappresentano una "carta" importante da sfruttare se si vogliono raggiungere, secondo Condorelli, traguardi notevoli

Secondo punto, il porto di Pozzallo quale base logistica per i mercati del Nord Italia. In tal senso, Calvo ha detto che «non è impensabile un´autostrada del mare che abbia Pozzallo quale "ago" dei traffici fra il Nord Africa e i porti di Brindisi, Ravenna e Trieste. Questo collegamento sarà importante - ha detto ancora Calvo - per il libero scambio delle merci e per abbattere i costi economici e ambientali del trasporto su gommato».

A tal proposito, è stato presentato un progetto realizzabile coi fondi della Comunità Europea proprio per creare le condizioni affinchè il porto di Pozzallo diventi scalo per lo scarico delle merci delle più importanti compagnie marittime. Infine, la politica. In vista delle amministrative di maggio, il Pri, per bocca dello stesso Calvo, sta valutando un percorso politico comune con l´attuale sindaco autonomista.