Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 833
POZZALLO - 10/11/2011
Politica - Parla il coordinatore cittadino della lista civica

"Città Comune" per Monte. Puglisi: "Nostra proposta piace"

L’ex assessore provinciale rompe gli indugi e si mette in lizza, assieme all’uscente Peppe Sulsenti, Pino Asta e Luigi Ammatuna, per concorrere alla poltrona di sindaco, alle prossime amministrative
Foto CorrierediRagusa.it

Raffaele Monte (foto) si candida a sindaco della città di Pozzallo. L’ex assessore provinciale rompe gli indugi e si mette in lizza, assieme all’uscente Peppe Sulsenti, Pino Asta e Luigi Ammatuna, per concorrere alla poltrona di sindaco, alle prossime amministrative. Si aspetta ancora qualche altra candidatura (Roberto Ammatuna?), oltre a quella del centrodestra che non ha controfirmato accordi politici col sindaco autonomista.

Per la candidatura di Monte, a parlare è il coordinatore di Città Comune, Piero Puglisi.

Essendo lista civica, la collettività vorrebbe capire in quale area politica si colloca Città Comune.

"Il nostro movimento abbraccia al proprio interno diverse anime ma non vi è dubbio che l’area politica di riferimento è quella moderata, anche se penso che le prossime elezioni amministrative non si vincono a Pozzallo perché si è di destra di centro o di sinistra ma perché si è capaci di interpretare la voglia di cambiamento con nuove idee e più coinvolgimento. Per far questo, occorre volare alto e rompere gli schemi per un buon governo della città ma soprattutto per la creazione di una nuova generazione di amministratori".

E’ vero che Città Comune propone la candidatura di Raffaele Monte a sindaco? Perchè questa decisione?

"Il ricambio generazionale è la nostra parola d’ordine. Da tempo che il nostro movimento ci vede impegnati a costruire un progetto dove ognuno si riconosca e si senta protagonista. Raffaele, a nostro avviso, rappresenta l’interprete principale per esperienza, passione politica, idee e impegno sociale. La sintesi al quale affidare questo ambizioso progetto. I pozzallesi con i quali giorno per giorno ci confrontiamo si aspettano da noi il concretizzarsi di questo lavoro".

Perché non avevate ufficializzato tale decisione?

"Non si tratta semplicemente della decisione di un gruppo che propone un nome ma, a nostro avviso, la candidatura deve nascere dalla città. Mi piace costatare, ed anche il lettore ne avrà conferma, che nonostante non vi sia stata alcuna comunicazione in città si parli di noi, del nostro progetto e di Raffaele candidato a sindaco. Città Comune, quindi di tutti, non vuole essere soltanto una lista civica ma ha l’ambizione di diventare progetto «in comune» con altre forze politiche con le quali stiamo lavorando ad una sintesi".

Quali sono le linee guida del movimento Città Comune per le prossime elezioni?

"Nel corso dei nostri incontri sono stati individuati alcuni punti per noi fondamentali, il risanamento economico, sviluppo, lavoro e occupazione, sicurezza, welfare, benessere, territorio, innovazione e futuro. Alla base di ogni nostro sforzo politico e amministrativo porremo la forte volontà di poter migliorare la qualità di vita dei nostri cittadini. In questo, saremo accompagnati da un’altra lista che nasce all’interno di Pozzallo Città Comune a cui aderiscono tanti giovani".

In questi mesi, si era vociferato di un avvicinamento di Monte al deputato regionale Ammatuna, cosa c´è di vero in questa indiscrezione.

"In vista delle prossime elezioni abbiamo dialogato con tutte quelle forze politiche e sociali che attraverso un confronto serio vogliono proporre un nuovo progetto per la città. Ammatuna, già sindaco e deputato regionale rappresenta a Pozzallo il punto di riferimento politico di tante persone per questo motivo ci siamo confrontati con lui sulle problematiche che vive la città. Il tutto incentrato alla trasparenza e rispetto reciproco, aspetti che hanno caratterizzato tutti i nostri incontri politici".

Gli Enti comunali non vivono un periodo economicamente felice. Anche Pozzallo non si sottrae a questa regola. Cosa fare per uscire dalla crisi economica?

"Vogliamo lavorare a progetti che siano realizzabili e non faraonici. La situazione ne siamo coscienti è delicata ma riteniamo che è necessario creare le condizioni per dare fiducia ai cittadini. Confidiamo in uno scatto d’orgoglio della macchina amministrativa comunale per creare condizioni di maggiore efficienza velocizzando tutte quelle procedure utili a dare risposte immediate ai cittadini e capaci nello stesso tempo di dare slancio all’economia locale".