Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1370
POZZALLO - 20/09/2011
Politica - Poche certezze nel centro destra e nel centro sinistra

Amministrative Pozzallo tra 8 mesi: tanti nomi, troppi dubbi

Nel mese di maggio del prossimo anno, i cittadini di Pozzallo saranno chiamati alle urne per scegliere se continuare a dare fiducia all’attuale sindaco, Peppe Sulsenti, o scegliere un nuovo inquilino per palazzo La Pira

Otto mesi alla scadenza elettorale per le Amministrative, poche certezze e tanti dubbi. Nel mese di maggio del prossimo anno, i cittadini di Pozzallo saranno chiamati alle urne per scegliere se continuare a dare fiducia all’attuale sindaco, Peppe Sulsenti, o scegliere un nuovo inquilino per palazzo La Pira. Qualcuno, da tempo, si è già «esposto», come Luigi Ammatuna (supportato da alcune liste civiche, SeL e Socialisti), dipendente comunale dell’ufficio Anagrafe del Comune, alle scorse amministrative appoggiato da una coalizione di centrodestra, salvo poi dover cedere la poltrona di sindaco all’attuale sindaco (al ballottaggio). O come Pino Asta (solo liste civiche, al momento, al suo fianco), commercialista e consigliere comunale da tre lustri. Due candidati che rimangono, comunque, alla finestra proprio perché il centrosinistra e il centrodestra, in ambito cittadino, ambiscono a creare due forti coalizioni, nella disperata ricerca di accaparrarsi più consensi possibili.

Centrosinistra
Ieri, la dirigenza del Partito Democratico ha messo le mani avanti con gli alleati, nel corso di una riunione svoltasi domenica mattina. O si sceglie un candidato, con il metodo delle primarie, entro la chiusura del mese di ottobre, che metta tutti d’accordo e si sceglie di appoggiarlo «in toto», o ognuno decide di andare per la propria strada. In sostanza, il Pd chiede a chi si è già schierato (SeL e Socialisti) di fare un passo indietro, in attesa che lo stesso Pd di Pozzallo scelga un proprio candidato (a giorni) per palazzo La Pira. "E’ stata esposta e diffusa ai presenti – è scritto in una nota a firma Pd - la bozza di programma per le prossime elezioni amministrative, redatta dall’apposita commissione, che sarà a breve sottoposta al vaglio delle altre forze politiche e dei cittadini. E’ stata inoltre insediata la Commissione che dovrà curare, come previsto dal regolamento del Partito Democratico, l’accettazione delle candidature a sindaco e lo svolgimento delle primarie".

La grande incognita resta l’attuale deputato regionale del Pd ed ex sindaco, Roberto Ammatuna. Il partito chiede lo sforzo di una possibile candidatura, Ammatuna, nei giorni scorsi, aveva lasciato intuire che solo nel caso in cui non vi fosse volontà comune sul nome, solo allora sarebbe «sceso in campo». In caso contrario, l’architetto Marcello Vindigni potrebbe essere il nome su cui convergere. "Una cosa è certa – afferma Francesco Ammatuna, attuale segretario del Pd di Pozzallo – Non faremo mai alcuna alleanza con l’Mpa di Peppe Sulsenti. Siamo distante anni luce da questa amministrazione che ha lavorato male, senza interessarsi alle vicende che hanno ruotato attorno alla città di Pozzallo".

Centrodestra
In questo caso, è stato il Pdl a muovere, nei giorni scorsi, le coscienze dei partiti affinchè si trovi il nome che possa trovare tutti d’accordo, dall’Udc, a Fli, a Forza del Sud, finanche allo stesso Mpa. "L’invito è quello di dialogare – è scritto in un comunicato a firma Pdl - in tempi brevissimi, e di trovare la «quadra» sul nome da proporre alla collettività. Noi abbiamo una nostra idea che vorremmo confrontare «con chi ci sta». Aspettiamo un segnale, quindi, da parte degli altri partiti di Centrodestra. Noi siamo già scesi in campo". Entro qualche giorno, fanno sapere dalla segreteria del Pdl, il partito ufficializzerà la propria scelta. Una riunione, nel corso del prossimo fine settimana, sarà propedeutica alla conclusione delle trattative per trovare il nome. In «pole», c’è sempre il nome di Peppe Sulsenti, anche se qualche altro partito sarebbe orientato a ridiscutere la candidatura dell’attuale sindaco, in vista di accordi politici provinciali ed anche regionali.

Ed infine, «Città Comune», con l’ex assessore provinciale Raffaele Monte, pronto a scendere in campo per palazzo La Pira. "Stiamo già lavorando – ha detto Piero Puglisi, segretario di «Città Comune» – per scegliere una candidatura interna al nostro partito quale riferimento per palazzo La Pira. Tanti gli incontri effettuati finora, molti i consensi ottenuti. Fra qualche giorno, la collettività conoscerà i nostri progetti politici e programmatici. Accordi con qualche coalizione? Solo dicerie".