Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 20 Settembre 2018 - Aggiornato alle 11:33
PALERMO - 06/03/2018
Politica - Il proporzionale salva anche Scoma, Pagano, Raciti e Daniela Cardinale

Ecco tutti gli eletti alla Camera e al Senato: Giovanni Mauro in forse

Salgono Miceli e Bartolozzi Foto Corrierediragusa.it

Ecco gli eletti nel proporzionale alla Camera, dopo la soluzione degli ultimi "conflitti" relativi a due seggi nel Nord Italia la cui mancata chiusura impediva l’assegnazione dei seggi. Alla fine la spunta anche se di un soffio Carmelo Miceli il segretario del Pd di Palermo. Ce la fa un altro big, Francesco Scoma, anche la compagna del vice presidente della regione Gaetano Armao, Giusi Bartolozzi. Ecco gli eletti alla Camera dei deputati nei vari collegi plurinominali: Sicilia 1-1 (Palermo): Adriano Varrica (M5S); Valentina D’Orso (M5S); Francesco Scoma (Fi); Erasmo Palazzotto (Leu).

Sicilia 1-2 (Province di Palermo e Trapani): Antonio Lombardo (M5S); Caterina Licatini (M5S); Davide Aiello (M5S); Matilde Siracusano (Fi); Carmelo Miceli (Pd) (l’eletto sarebbe la Boschi che sale però in altro colleggio Uninominale e deve, dunque, lasciare il posto)

Sicilia 1-3 (Gela, Agrigento, Mazara): Azzurra Cancelleri (M5S); Filippo Giuseppe Perconti (M5S); Rosalba Cimino (M5S); Giusi Bartolozzi (Fi) magistrato e compagna del vice presidente della Regione Gaetano Armao; Alessandro Pagano (Lega); Carolina Varchi (Fratelli d’Italia); Daniela Cardinale (Pd)


Sicilia 2-1 (Messina – Enna): Alessio Villarosa (M5S); Angela Raffa (M5S); Antonella Papiro (M5S) eletto Francesco D’Uva ma salito in un collegio uninominale; Nino Germanà (Fi) (l’eletto è Stafania Prestigiacomo ma dovrebbe scattare per lei il seggio a Ragusa per effetto della peggiore performance); Carmelo Lo Monte (Lega); Carmela Bucalo (Fratelli d’Italia); Pietro Navarra (Pd) al posto della Boschi; Maria Flavia Timbro (Leu) al posto di Epifani

Sicilia 2-2 (Catania); Luciano Cantone (M5s) al posto della Griullo eletta all’Uninominale; Santi Cappellani (M5S); Simona Suriano (M5S); Nino Minardo (Fi)

Sicilia 2-3 (Siracusa-Ragusa); Filippo Scerra (M5s) eletto sempre per il gioco delle rinunce obbligatorie degli eletti all’Uninominale; Gianluca Rizzo (M5S); Maria Marzana (M5S); Stefania Prestigiacomo ma il seggio potrebbe toccare a Giovanni Mauro (Fi) se l’elezione dovesse scattare altrove per la Prestigiacomo o se i resti dovessero consentire un eletto in più; Fausto Raciti (Pd) al posto della Boschi.

GLI ELETTI AL SENATO
Complessivamente i Senatori eletti in Sicilia sono 25 e 9 di questi sono stati scelti con i collegi Uninominali. Sono tutti 5 stelle e si tratta di Steni Di Piazza, Grazia D’Angelo, Pietro Lorefice, Rino Marinello, Francesco Mollame, Pino Pisani, Loredana Russo, Tiziana Carmela, Rosaria Drago in Stivala, Giuseppe Pisani.

I restanti 16 senatori vengono eletti con il proporzionale nei collegi plurinominali. Otto di questi sono ancora 5 stelle in virtù dei voti ottenuti (sono così complessivamente 17 i senatori 5 stelle siciliani). In pratica le liste 5 stelle scattano per intero. Si tratta di Antonella Campagna, Vincenzo Maurizio Santangelo, Cinzia Leone e Fabrizio Trentacoste eletti nel collegio Sicilia 1 ovvero nell’area occidentale dell’isola. A questi si aggiungono Mario Michele Giarrusso (per lui è una riconferma trattandosi di un uscente), Nunzia Catalfo, Cristiano Nastasi, Barbara Floridia.

I restanti 8 posti sarebbero così distribuiti: 3 Forza Italia (2 sicilia occidentale e 1 Sicilia orientale), 2 al Pd (uno nella Sicilia occidentale e uno nella Sicilia orientale) e uno ciascuno a Lega, Fratelli d’Italia e Leu. Sono proprio questi posti a salvare i big consentendone l’elezione. In casa Forza Italia il seggio al Senato scatta a Renato Schifani e Urania Giulia Rosina Papateu mentre in Sicilia orientale a Gabriella Giammanco. Nel Pd il seggio in Sicilia 1 scatta per Davide Faraone e in Sicilia 2 per Valeria Sudano. In casa Fratelli d’Italia un solo seggio scatta nella Sicilia orientale e tocca a Raffaele Stancanelli di Diventerà Bellissima. Uno spetta alla Lega ed è incerto ma dovrebbe scattare nella Sicilia occidentale per Giulia Bongiorno e infine l’unico seggio di Leu scatta sempre nella Sicilia occidentale e tocca a Pietro Grasso.

Blogsicilia